Ordina per
salario imprenditori lente

I lavoratori tra l’incudine e il martello

Pubblicato il

pubblichiamo come contributo alla discussione di Aginform La manifestazione indetta dalla CGIL per l’8 ottobre, come ormai tradizione di questo sindacato, è il risultato di una mobilitazione di facciata, ambigua nei contenuti e priva di quella partecipazione militante che oggi dovrebbe essere alla base della lotta contro la guerra e le sue conseguenze per i […]

Leggi tutto…


cgil 3 2

Il ruolo della Cgil sulla guerra e sulle sue conseguenze sociali ed economiche

Pubblicato il

di Roberto Gabriele Su Marx 21 è apparso nei giorni scorsi uno scritto di Giacinto Botti, sindacalista della CGIL e dirigente della corrente interna Lavoro e Società. In questo articolo, accanto alle cose giuste che scrive a proposito della guerra in Ucraina come guerra per procura, contro l’invio di armi da parte dell’Italia, per la […]

Leggi tutto…


crisi italia1

LA GUERRA PER PROCURA NON SI FERMA. Drammatica emergenza umana e sociale.

Pubblicato il

Un intervento che, seppur troppo affrettato nel definire responsabilità e massacri della guerra, dimostra l’impegno di una parte del mondo sindacale contro l’escalation bellica legando questa battaglia a quella sociale e per il lavoro di Giacinto Botti, Referente nazionale di Lavoro Società per una Cgil unita e plurale da Sinistra Sindacale n. 9/2022 ‘Se  vuoi […]

Leggi tutto…


cgil 3 2

L’ora è adesso

Pubblicato il

di Giacinto Botti e Maurizio Brotini, direttivo nazionale CGIL da il manifesto 10 dicembre 2021 L’editoriale di Norma Rangeri sul manifesto del’8 dicembre coglie tutti i punti decisivi rispetto alla proclamazione da parte di Cgil e Uil dello sciopero generale di 8 ore per il 16 dicembre. La prima motivazione è la materialità dei bisogni […]

Leggi tutto…


Ora sciopero generale! – di Sinistra Sindacale

Pubblicato il

da https://www.sinistrasindacale.it Il tempo è adesso, dopo che il governo ha trascinato un finto confronto quasi oltre il limite. Ma la manovra di bilancio, presentata alla Commissione europea prima che alla stessa maggioranza di “unità nazionale”, per non dire del Parlamento, era ed è blindata. Una manovra espansiva, 30 miliardi che non si vedevano da […]

Leggi tutto…