Ordina per
Ambiente e capitalismo

L’ipocrisia e la retorica al potere

Pubblicato il

di Giorgio Riolo Debito ecologico, debito coloniale e malsviluppo, i grandi assenti nei vertici mondiali sul clima I Leonardo Boff è stato tra i fondatori della Teologia della Liberazione.  Una  volta  dismesso  il  saio  di  francescano  (ci ricordiamo il 1984, giustizieri Wojtyla e Ratzinger?), è  diventato  uno  dei  più  attenti  e  più  efficaci  critici  del […]

Leggi tutto…


ambiente

Alcune riflessioni sull’interazione tra evoluzione della natura ed evoluzione della specie umana attraverso il lavoro

Pubblicato il

di Giuseppe Amata Si parla e si scrive molto negli ultimi mesi (oltre a quanto si è detto nelle Conferenze internazionali), di “transizione ecologica”, “transizione energetica”, “irresponsabilità dei governi cinese e indiano” per la ritardata chiusura delle centrali a carbone, come se tutto il problema dell’inquinamento termico, ambientale e territoriale (le tre “forme” di inquinamento […]

Leggi tutto…


ecologia politica

La “Transizione ecologica” nuovo cosmetico del capitalismo per mascherare la sua crisi economica e quella ecologica che ha determinato

Pubblicato il

di Giuseppe Amata La fase storica che stiamo vivendo è caratterizzata da un lato dalla crisi irreversibile del modo di produzione capitalistico e dall’altro dal rafforzamento dei paesi socialisti (in primo luogo della RPC) e di altri sulla base della propria indipendenza e delle relazioni internazionali fondate sui cinque principi della coesistenza pacifica elaborati nella […]

Leggi tutto…


clima ambiente

Crisi climatica e scosse telluriche

Pubblicato il

di Piero Pagliani da http://www.civg.it Sul finire (si spera) della crisi pandemica, Greta Thunberg è tornata a farsi sentire, più arrabbiata che mai. Mi dà l’idea di una creatura che incominciando a ragionare più autonomamente sia uscita fuori dal controllo dei propri occhiuti e interessati creatori. Speriamo che sia così. Fatto è che sta spiazzando […]

Leggi tutto…


I finanziamenti militari hanno incoraggiato i ricercatori a pensare all’oceano come a un teatro di guerra piuttosto che a un ecosistema dinamico

Pubblicato il

di Christine Keiner da https://blogs.sciencemag.org Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it Una interessante recensione del libro di Naomi Oreskes che dimostra come anche la battaglia per la difesa dell’ecosistema e dell’indipendenza della ricerca passino dalla lotta contro la guerra Cosa hanno a che fare l’uno con l’altro i finanziamenti militari della Guerra Fredda, gli anni […]

Leggi tutto…