Ora possiamo dirlo? Il capitalismo ha fallito

da Tribuno del Popolo

Riceviamo dai compagni di “Tribuno del Popolo” e pubblichiamo come contributo alla discussione

“Tutto quello che temevamo di subire dal comunismo, che avremmo perso la nostra casa, i nostri risparmi, che saremmo stati costretti a lavorare per salari da fame, senza nessuna voce in capitolo all’ interno del sistema, è diventato realtà col capitalismo” Jeff Sparrow

Ricordate negli anni Ottanta quello che si diceva in piena Guerra Fredda? Reagan arrivava a definire l’Unione Sovietica come l’Impero del Male e di fronte al fiorire del benessere degli anni Ottanta in Europa e quindi nel blocco che possiamo chiamare “occidentale” in tanti hanno finito per credere davvero all’ inevitabilità del capitalismo e al fallimento del socialismo reale. In molti nel 1989 hanno quindi esultato plaudendo alla fine di un’era, facendosi sedurre dalla vulgata secondo cui il mondo sarebbe diventato unipolare e quindi più pacifico. Secondo loro senza la contrapposizione con l’ “impero del male” tutti i cittadini avrebbero inevitabilmente goduto di diritti, benessere, beni di consumo e libertà. Costoro, senza accorgersene, guardavano già al mondo con le lenti distorcenti dell’ideologia in quanto, accecati, sono arrivati realmente a credere che fosse l’esistenza stessa del socialismo reale un ostacolo alla “libertà”.

CONTINUA A LEGGERE