Le rivoluzioni colorate nell’ex URSS furono reali o pilotate?

di Stefano Schembri | da euronews.org

arancioni bandiere piazzaNello scorso decennio, una serie di rivoluzioni ha colpito alcuni paesi dell’ex Unione Sovietica. Queste rivoluzioni hanno seguito modalità molto simili, portando ad esiti altrettanto analoghi. I vari regimi politici di Serbia, Georgia, Ucraina e Kirghizistan, hanno dovuto lasciare il passo a ‘rivolte democratiche’, non violente, nate apparentemente dal basso, per il desiderio di una maggiore libertà e democrazia contro le corruzioni delle dittature-mascherate al potere. Ma uno sguardo globale degli eventi, e un pizzico di teorie cospirative, ha portato alcuni studiosi geopolitici a trarre conclusioni diverse. Si è visto, nella lunga serie di analogie fra le varie rivoluzioni, e nel breve lasso di tempo in cui si sono svolte, una sorta di ‘pianificazione invisibile’, attribuibile a potenze esterne, presumibilmente filo-occidentali ed anti sovietiche.


CONTINUA A LEGGERE