E’ morto Priebke, il boia delle Fosse Ardeatine

da www.contropiano.org

E’ morto alla veneranda età di 100 anni l’ex capitano delle Ss naziste, Erich Priebke. A dare la notizia è stato il suo legale Paolo Giachini, affermando che egli ha lasciato come “ultimo lascito” una intervista scritta e un video, “testamento umano e politico”.

Eravamo sicuri del fatto che l’intervista in questione non avrebbe riservato grandi sorprese, confermando semmai una traiettoria criminale dalla quale il militare tedesco, dal 1998 agli arresti domiciliari (chiamiamoli così) in una delle case del suo avvocato perché condannato per la strage delle Fosse Ardeatine a Roma nel 1944 – 335 morti – non si è mai discostato. Ed in fatti così è stato. Nell’intervista registrata in occasione del compimento dei suoi 100 anni Priebke non cambia idea, non rinnega il suo passato: “Ho scelto di essere me stesso“, dice e, alla domanda se si senta ancora nazista risponde: “La fedeltà al proprio passato è qualche cosa che ha a che fare con le nostre convinzioni. Si tratta del mio modo di vedere il mondo, i miei ideali, quello che per noi tedeschi fu la Weltanschaung ed ancora ha a che fare con il senso dell’amor proprio e dell’onore. La politica è un’altra questione. 

CONTINUA A LEGGERE