Petizione internazionale contro la chiusura dell’archivio Lukacs a Budapest

lukacs archivioda solidarite-internationale-pcf.over-blog.net

Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it

Il regime ultrareazionario al potere in Ungheria, oggi sotto la presidenza di Victor Orban, continua la sua meschina opera di sradicamento di qualsiasi memoria del movimento marxista e comunista nel paese. Forse a favore della mediatizzazione della campagna d’odio contro i rifugiati del Medio Oriente, vuole oggi far sparire silenziosamente gli Archivi Lukacs di Budapest. L’Accademia delle Scienze di Ungheria ha annunciato la chiusura imminente, la vendita dell’appartamento dove abitava Lukacs che ospita gli archivi e il trasferimento o il pensionamento d’ufficio dei ricercatori che se ne occupavano.

Il prestigio internazionale del filosofo e l’uomo politico György Lukács (1885-1971) aveva finora preservato questo luogo di memoria e di ricerca. Attore della rivoluzione ungherese del 1919, successiva a quella d’Ottobre, continuatore dell’opera di Marx ed Engels, attraverso degli scritti diffusi a livello mondiale come “Storia della coscienza di classe” (1923), pensatore innovatore dell’estetica marxista, della teoria del romanzo, György Lukács rimane uno dei filosofi principali la cui eredità è difficile da nascondere nel mondo capitalista revanscista, anche sfigurandolo.

Gli Archivi Lukacs di Budapest comprendono migliaia di libri, di lettere, di manoscritti tra cui un imponente corrispondenza, non pubblicata, con, tra gli altri, Thomas Mann, Ernst Bloch, Jean Paul Sartre.

Protesta per la chiusura degli Archivi Lukacs – Petizione Internazionale

I firmatari di questo appello esprimono la loro preoccupazione per la decisione presa dall’Academia Ungherese delle Scienze di chiudere l’Archivio Lukács a Budapest.

György Lukács è uno dei filosofi più importanti del XX secolo, intellettuale preminente negli ambiti della filosofia, del pensiero politico, della teoria e della critica letteraria, della sociologia e dell’etica, uno dei maggiori saggisti della Modernità. Figura internazionalmente riconosciuta, Lukács è uno dei punti più alti nella storia della ricca cultura ungherese, autore di una serie di opere che sono patrimonio vivo dell’umanità.

L’Archivio Lukács non soltanto ha reso possibile, durante decenni, che un ampio pubblico accademico ed extra-accademico accedesse alla documentazione centrale sulla vita e l’opera del filosofo, ma inoltre ha funzionato come luogo storico, in quanto ospitato nella casa in cui il filosofo visse gli ultimi anni della sua vita; spazio di ricordo di una delle figure più affascinanti della nostra era.

Per quanto detto vogliamo sollecitare, le autorità competenti, che rivedano questa decisione che è stata ricevuta con turbamento e tristezza dalla comunità scientifica e artistica internazionale.

Avendo fiducia nella comprensione e sensatezza nelle autorità competenti, Le salutiamo con rispetto.

Per firmare :
http://www.petizioni24.com/tiltakozunk_a_lukacs_archivum_bezaratasa_ellen