Quando l’emergenza cambia il senso delle cose

pdciNon ci piacciono i provvedimenti e gli interventi emergenziali. Siamo contro la cultura dell’emergenza.

La task force, annunciata dalla Ministra Idem, ci era sembrata una proposta apprezzabile perché configurava una ”conferenza di servizi“ nel senso più genuino del termine, cosi come intesa dalla Legge sulla trasparenza amministrativa: utile a rendere più veloce ed efficace l’azione amministrativa, che precedentemente si perdeva in una sequela infinita di riunioni autoreferenti e fini a sé stesse. 


Invece, la realtà è diversa: 

– la Ministra Idem, che ha anche la delega allo Sport, ha firmato un protocollo d’intesa con il Coni per istituire la “Settimana contro la violenza di genere”; 

– la Ministra Cancellieri, con il decreto svuota carceri, ha previsto una norma inconcepibile, quale i domiciliari ai violenti; 

– la Ministra Kienge tace, sul merito. 

Noi, con sforzi e impegno costanti, stiamo lavorando da anni perché la violenza venga sconfitta nel quotidiano e siamo convinte che non bastino settimane o giornate “dedicate” – non ce ne voglia la Ministra – anche perché, in molti casi, stante la difficoltà finanziaria e la mancanza di copertura, esse rischiano di diventare contenitori ove la visibilità potrebbe essere maggiore per gli inevitabili sponsor, piuttosto che delle donne. 

Per queste ragioni, chiediamo che una sede di incontro con le associazioni attive sul territorio venga subito individuata dalle Ministre titolari dei provvedimenti in itinere, per definire una proposta condivisa, fondata su dati di conoscenza concreti di provenienza diversa, da indicare e confrontare. 

A.do.C Assemblea donne comuniste del PdCI