Venerdi 14 marzo in piazza contro spending review e privatizzazioni

da www.contropiano.org

Il governo Renzi cala le sue carte sui tagli alle spese sociali e il lavoro. Mentre il palcoscenico mediatico è occupato dalle vicende politiche, nelle stanze del Ministero dell’Economia il supercommissario Cottarelli, uomo del Fondo Monetario Internazionale incaricato di elaborare la ricetta con cui tagliare la spesa pubblica di 5 miliardi di euro nel 2014 e di complessivi 32 miliardi nei prossimi tre anni, sta raccogliendo il risultato di ben 25 gruppi di lavoro e che mercoledi 12 marzo verrà presentato pubblicamente dal governo. L’Usb ha già convocato per venerdi 14 marzo una prima manifestazione nazionale contro l’ennesimo episodio del massacro sociale imposto dalla Troika europea al nostro paese.

La spending review targata Cottarelli vuole fare cassa e disegnare una pubblica amministrazione con compiti ridotti e al servizio dell’impresa. Si cancella in sostanza il concetto dello stato erogatore di servizi pubblici con la cancellazione del welfare per recuperare risorse per il fantomatico ripianamento del debito pubblico, per il 90% in mano a soggetti privati.


CONTINUA A LEGGERE