Riforma della P.A. La vendetta contro chi lavora

da contropiano.org

Una prima sintetica analisi della “riforma della pubblica amministrazione” partorita da Renzi e Madia. Una conferma della necessità dello sciopero generale, proclamato dall’Usb per giovedi 19 giugno.

*****

Con la riforma della P.A. di venerdì 13 giugno il governo Renzi mostra il suo vero volto autoritario e cinico, presentando a tutti il conto degli 80 euro che pochi hanno visto. Non è vero che la riforma manca di organicità, è anzi fin troppo chiaro il suo obiettivo: cancella i diritti dei lavoratori, il welfare, i servizi e riduce la Pubblica Amministrazione a sportello gratuito per le imprese.

Cosa più grave: non c’è nessun impegno per il rinnovo economico dei contratti, bloccati dal 2009 e destinati ad esserlo ancora per molti, molti anni. Le retribuzioni di 3,3 milioni di lavoratori pubblici sono tornate al livello di 30 anni fa, l’ingiustizia resta.

CONTINUA A LEGGERE