Per Alitalia e per il trasporto aereo serve la nazionalizzazione e una seria politica dei trasporti

da confederazione.usb.it | Nazionale – martedì, 08 ottobre 2013

Alitalia, come molte altre grandi aziende in crisi (Telecom, Ilva e per altri versi Fiat), vive una crisi strutturale derivante dalla liberalizzazione dei mercati, aggravata da scelte industriali sbagliate ormai da decenni.

La storia di Alitalia è stata la storia del trasporto aereo italiano ma oggi è l’intero settore a pagare con oltre 10.000 lavoratrici e lavoratori sopravvivono grazie agli ammortizzatori sociali, con migliaia che hanno perso il lavoro o lo perderanno nei prossimi anni.

Da Meridiana alle società di gestione aeroportuale, dai servizi all’indotto: tutti pagano gli sbagli di una classe politica e gruppi dirigenti che negli anni hanno dissipato una ricchezza enorme dei lavoratori e del paese.

USB da anni sostiene che l’affermazione di privatizzazioni e liberalizzazioni dei cieli avrebbe visto Alitalia e il trasporto aereo italiano soccombere e che la soluzione passava assolutamente attraverso un intervento importante dello Stato sia in termini di assetto societario, sia di e di indirizzo delle politiche del settore.


CONTINUA A LEGGERE