Palermi, presidente C.C. del Pdci: Marchionne vuole speculare sulla Ferrari come ha fatto con la Fiat. E Renzi sta a guardare

da www.comunisti-italiani.it

“Quella di Renzi e della Ue è una politica ottusa e fallimentare che sta svuotando le tasche di gran parte degli italiani, e cioè dei lavoratori, dei pensionati, dei commercianti, della piccola e media impresa. Perché per uno come Marchionne, che ha distrutto la Fiat in Italia provocando danni sociali criminali, la situazione è un’altra. Lui è in grado di tirare fuori 27 milioni di euro per licenziare Montezemolo e prendere direttamente in mano la Ferrari. Qualcuno ha qualche dubbio – chiede Palermi – che l’obiettivo di Marchionne sia quello di speculare sulla Ferrari così come ha fatto con la Fiat? Questo episodio è la dimostrazione lampante che in Italia c’è una società minoritaria straricca che non paga nessun prezzo alla crisi. E Renzi, malgrado le sue fanfaronate, si guarda bene dal chiederlo. Il motto di Renzi combacia perfettamente con quello della Troika: “debole con i ricchi e forte con i poveri”. E che nessuno si azzardi a dire che i soldi della Fiat sono di privati che ci fanno quel che vogliono. Se c’è una azienda che è stata mantenuta, tutelata, strapagata dallo Stato, questa è proprio la Fiat”.

CONTINUA A LEGGERE