Licenziamenti alla Las Mobili nel silenzio generale

da www.comunisti-italiani.it

La Las Mobili, fabbrica storica della provincia, di respiro internazionale, ha iniziato un pesantissimo piano di riorganizzazione aziendale che grava totalmente sulle spalle dei lavoratori.

A luglio scorso è stata aperta la procedura di mobilità per quaranta operai, la maggior parte dei quali in situazione di pre-pensionamento, mentre da lunedi 2 dicembre altri quaranta verranno espulsi dal ciclo produttivo, messi in cassa a zero ore e mandati via in mobilità, questa prevista per la fine del mese stesso. Tutto ciò in base ad un accordo interno tra le parti che non chiarisce nel concreto i termini della situazione e l’aspetto e la forma di questa presunta crisi aziendale. Per il 2014 è inoltre previsto il ricorso ad un contratto di solidarietà per cercare di evitare una nuova espulsione di lavoratori nel numero compreso di 40/60 maestranze.


CONTINUA A LEGGERE