Da gennaio oltre 500 morti nei luoghi di lavoro

operaio cascoda www.rassegna.it

Le cifre diffuse dall’osservatorio indipendente di Bologna. Dal 1 gennaio 2008 sono stati monitorati 3.689 morti sui luoghi di lavoro. Se contiamo anche gli incidenti in itinere si arriva a superare quota 7.200 vittime

Dall’inizio dell’anno sono documentati 539 lavoratori morti per infortuni sui luoghi di lavoro e oltre 1.150 se si aggiungono i morti sulle strade e in itinere (stima minima su percentuali rispetto ai morti sul lavoro che ogni anno si rilevano costanti con variabili del 50/55% sul totale delle morti). Tra l’altro, di altri tantissimi lavoratori (oltre 500) che muoiono sulle strade e in itinere, e non solo, si sa solo che hanno denunciato la morte di un parente e che la loro morte non è riconosciuta come infortunio mortale, e spesso viene riconosciuta solo dopo lunghi processi. 

CONTINUA A LEGGERE