Cgil: ecco tutte le industrie a rischio

da rassegna.it

Cgil: ecco tutte le industrie a rischio Redditi in picchiata, oltre mezzo milione di lavoratori in cassa integrazione, 30mila imprese scomparse. Il dossier del sindacato sulle crisi ancora aperte nel manifatturiero, nel commercio e nei servizi 

In gioco c’è tutto il made in Italy. La crisi continua a non fare sconti a nessuno e colpisce un settore dopo l’altro. Quando chiude o riduce drasticamente la produzione uno stabilimento, a uscire dal mercato è anche il suo prodotto, e così nel nostro paese rischiano di scomparire intere filiere, come quella dell’alluminio in Sardegna (Alcoa, Eurallumina) o quella dell’acciaio (ThyssenKrupp, Lucchini, Ilva), con il conseguente aumento delle importazioni, e quindi della dipendenza dall’estero della nostra economia. È l’allarme ribadito in un report pubblicato dalla Cgil alla vigilia della manifestazione nazionale di sabato 20 ottobre in piazza San Giovanni a Roma “Il lavoro prima di tutto”. 

CONTINUA A LEGGERE