Le elezioni italiane, le domande della sinistra tedesca

di Raul Rigault* | da www.contropiano.org

Il giornale della sinistra alternativa tedesca – “Junge Welt” – ha chiesto alla Rete dei Comunisti una valutazione sulle elezioni. Domande e risposte che possono aiutare a capire, in Italia e in Germania.

Qui di seguito l’intervista richiesta dal Junge Welt al nostro Sergio Cararo sull’esito delle elezioni in Italia. In italiano… e in tedesco.

Quale è per te il dato principale delle elezioni?

Il primo dato che emerge è indubbiamente la ingovernabilità prodotta dall’esito elettorale e la conferma che una larga parte della società italiana – anche se in modo molto diversificato – ha negato il proprio consenso ai partiti filo-troika e apertamente subalterni ai diktat dell’Unione Europea, la coalizione guidata Monti e il Pd soprattutto. Sul piano sociale questo risultato conferma la disgregazione e la sviluppo disuguale dell’Italia. Nella realtà italiana agiscono ormai identità di classe indefinite e interessi frammentati”. Differentemente che negli anni Novanta, oggi la crisi dei ceti medi non produce consenso ma ulteriore disgregazione sociale.


CONTINUA A LEGGERE