Zagrebelsky: “Una Grande Riforma piena di pasticci, fuori dalla Costituzione”

di Liana Milella | da www.repubblica.it

Il giurista: “L’adesione di Beppe Grillo al nostro appello non mi imbarazza, anzi è un buon segno. Quanto c’è di Berlusconi nel progetto del premier? Essendo d’accordo, tutto è di tutti e due”

ROMA – Una definizione della riforma Renzi? 
“Un annuncio di rischio”.

È in sintonia con il resto della Costituzione?
“L’insieme, sottolineo l’insieme, mi pare configuri, come si usa dire, una fuoriuscita”.

Il governo avrà troppi poteri? 
“La questione è piuttosto chi ne avrà troppo pochi o nessuno: le minoranze, la partecipazione, le istanze di controllo”.


CONTINUA A LEGGERE