La resistenza della democrazia e del lavoro può vincere. Un appello.

da perilpartitonuovo.wordpress.com

bandiera rossa-w300Di fronte a un regime che non accettiamo, perché umilia e schiaccia sistematicamente e per principio valori giusti e bisogni essenziali di un enorme numero di donne e di uomini, come favorire lo sviluppo di una resistenza unita e forte, anziché frantumata e debole?

Non è affatto normale che la resistenza sia frantumata e debole. Nel paese, il regime non detiene la maggioranza. Il suo grave deficit di consenso è manifestato da un massiccio e ormai permanente diniego di collaborazione (alcuni dicono “sciopero”) da parte di una porzione larghissima e rapidamente crescente del corpo elettorale (un terzo in febbraio, quasi metà tra maggio e giugno). E a ciò si deve in parte aggiungere l’adesione, tuttora piuttosto larga, a una forma di contestazione come il grillismo, che certamente è bizzarra, fortemente ambigua e comunque irresponsabile, ma nondimeno (in quanto adesione, e adesione popolare) merita attenzione, rispetto, e soprattutto risposta politica .


CONTINUA A LEGGERE