Comitato per la difesa della Costituzione di Firenze

costituzione tricoloreLettera aperta indirizzata ai partiti, alle liste elettorali, alle cittadine e ai cittadini.

ll Comitato per la difesa della Costituzione di Firenze rivolge un appello per il rilancio della Costituzione repubblicana e dei suoi valori fondanti.

– In questi anni la legislazione ordinaria sui diritti sociali, fra cui i diritti dei lavoratori e dei pensionati e il ruolo della contrattazione sindacale, è stata spesso in contrasto con i diritti costituzionali al lavoro, alla previdenza sociale e alla libertà sindacale.

– La politica economica e finanziaria di austerità seguita sinora favorisce la crisi economica, sociale, industriale e dell’occupazione e confligge con il disegno costituzionale che impone alla Repubblica di intervenire in senso redistributivo e a garanzia dei diritti sociali e di uno sviluppo indirizzato a fini sociali.

– La politica tributaria che colpisce in modo pesante i redditi delle fasce più deboli della popolazione ed è inefficace nella lotta all’evasione, viola anche il principio costituzionale della progressività tributaria.

– Le pratiche dell’emergenza, la scarsa rappresentatività del Parlamento, anche per effetto della vigente legge elettorale truffaldina, e la vasta corruzione hanno creato una diffusa sfiducia nella capacità delle Istituzioni di trovare soluzioni adeguate ai gravi problemi del paese.

Sulla base di queste considerazioni il Comitato per la difesa della Costituzione di Firenze chiede che i candidati del collegio della Toscana per il Senato e per la Camera si impegnino, durante la prossima legislatura, nelle proprie formazioni politiche e in Parlamento se saranno eletti:

– a promuovere una ricontrattazione a livello europeo del trattato di bilancio, il fiscal compact, e una modifica dell’art. 81 Costituzione, che oggi permetterebbe allo Stato italiano di garantire le prestazioni concernenti i diritti sociali e civili solo in presenza di un avanzo di bilancio;
– a promuovere l’approvazione di una nuova legge elettorale conforme alla Costituzione e priva di strumenti di alterazione del risultato elettorale;
– a rifiutare l’approvazione di leggi che contraggano ancora i diritti dei lavoratori e del sindacato e che riducano le risorse destinate alla scuola e alla sanità pubbliche;
– a rifiutare modifiche della Costituzione che alterino l’equilibrio fra le istituzioni esautorando il Parlamento e le istituzioni di garanzia.

Firenze, 11 febbraio 2013

Comitato per la Difesa della Costituzione di Firenze
Presso Circolo ARCI Lavoratori Porta al Prato – via delle Porte Nuove 33 – 50144 Firenze
e-mail: [email protected]