Siria, l’offensiva delle ONG

di Mostafa El Ayoubi
da nigrizia.it

Dura ormai da oltre 5 anni la drammatica crisi siriana. Non vi sono dati certi circa il numero delle vittime del sanguinoso conflitto armato che oppone l’esercito regolare siriano e i suoi alleati (russi, iraniani e Hezbollah) a una miriade di gruppi armati, in gran parte di matrice jihadista sunnita, i cui combattenti sono in parte siriani e in parte mercenari stranieri. Alcuni vengono considerati “moderati”, altri terroristi come al Nusra e il Gruppo Stato islamico (Is). Diversi di essi sono sostenuti dagli Usa e dai suoi alleati.

La guerra ha devastato il paese: centinaia di migliaia di morti, oltre 11 milioni tra sfollati e profughi. La speranza di vita dei siriani nel 2010 era di 75 anni; questo dato è drasticamente sceso nel 2015 a 50 anni. Si consideri che i morti per mancanza di cibo, acqua e cure sanitarie, sono oltre 70mila (The Guardian 11/2/2016).

Lo scopo principale di questa guerra per procura è quello di far cadere Al-Assad. I gruppi armati convergono tutti verso questo obiettivo. Nel mentre, i governi occidentali hanno scatenato un’offensiva mediatica contro Damasco. La propaganda sull’uso di armi chimiche da parte dell’esercito siriano nell’agosto 2013 era in linea con questo scopo.

CONTINUA A LEGGERE