Le relazioni pericolose tra cancellerie occidentali e jihadisti

usa alleatidi Alessandro Avvisato
da contropiano.org

Chi semina vento raccoglie tempesta. Più semplicemente un detto popolare dice di “non sputare mai per aria”. La legge del contrappasso non è una legge scientifica eppure in qualche modo agisce concretamente, soprattutto nelle relazioni internazionali. Solamente nell’ultimo anno, si sono verificati episodi rivelatori di quanto l’avventurismo degli apprendisti stregoni occidentali – Francia inclusa – abbiano creato tutte le condizioni per accumulare una dietro l’altra le contraddizioni che gli stanno esplodendo tra i piedi.

Dietro i due attacchi suicidi con esplosivo che il 29 e il 30 dicembre 2013 colpirono la città russa di Volgograd (la ex Stalingrado) facendo 33 morti, era stato indicato come organizzatore il jihadista ceceno Doku Umarov, autoproclamatosi emiro del califfato del Caucaso e nemico pubblico numero uno delle autorità russe. 

CONTINUA A LEGGERE