Gli Usa sospendono i voli del caccia F35: problemi alla turbina. Ma è polemica sull’intero programma

di Daniela Roveda con un’analisi di Gianandrea Gaiani | da www.ilsole24ore.com

f35 cieloPer la seconda volta nel giro di un mese il Pentagono ha sospeso tutti i voli di collaudo del caccia multiruolo F-35 dopo aver rilevato un guasto al motore. Gli F-35, di cui l’Italia ha ordinato 90 esemplari, è l’aereo miliare più caro della storia, e quest’ultimo inciampo potrebbe riaprire il dibattito in Parlamento sul suo destino.

In questo periodo di richieste di rigore fiscale molti parlamentari hanno messo in dubbio un programma dal budget di 400 miliardi di dollari incappato in diversi problemi di progettazione, uno sfondamento del 70% del budget, e numerosi guasti rilevati in fase di collaudo. L’ordine immediato di sospendere i voli per tutte tre i modelli (per l’areonautica, per la marina e per il corpo dei marines) è arrivato venerdì dopo che un’ispezione di routine a un jet parcheggiato nella base militare di Edwards in California ha rivelato una frattura nella pala della turbina del reattore. Gli ingegneri del Pentagono hanno rispedito il reattore allo stabilimento nel Connecticut della Pratt and Whitney, la società che fornisce i motori, per accertare l’origine della frattura.

CONTINUA A LEGGERE