Craig Roberts: la vera emergenza umanitaria non è Aleppo

usasaudi isisda vocidallestero.it

Sul suo blog, Paul Craig Roberts usa toni durissimi contro la rappresentazione mediatica della “crisi umanitaria di Aleppo”. Agli USA non interessa nulla di Aleppo, come non interessa loro delle crisi umanitarie in Libia, Iraq, Afghanistan, Yemen; hanno solo paura di perdere le proprie pedine sul campo, i miliziani dell’ISIS asserragliati nella città, gli stessi che hanno utilizzato per rovesciare i regimi di mezzo Medio Oriente all’interno di una pericolosa strategia di destabilizzazione regionale i cui destinatari ultimi sono Cina e Russia. La vera emergenza umanitaria, dice Craig Roberts, è che il governo di Washington sia in mano a pazzi criminali.

di Paul Craig Roberts, 16 ottobre 2016

Perché sentiamo parlare solo della “crisi umanitaria ad Aleppo” e non di quelle in qualsiasi altra parte della Siria, dove il male che regna a Washington ha scatenato i suoi mercenari dell’ISIS per massacrare il popolo siriano? Perché non sentiamo parlare della crisi umanitaria nello Yemen, dove gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita, loro vassallo, stanno massacrando donne e bambini yemeniti? Perché non sentiamo parlare della crisi umanitaria in Libia, dove Washington ha distrutto un paese lasciando solo il caos? Perché non sentiamo della crisi umanitaria in Iraq, in corso da 13 anni, o della crisi umanitaria in Afghanistan, che ormai ha 15 anni?

CONTINUA A LEGGERE