Come la nuova Nato globale si prepara alle prossime guerre

soldati assaltodi Antonio Mazzeo
da antoniomazzeoblog.blogspot.it

Il 20 e 21 maggio 2015 si è tenuto il meeting del Comitato militare della Nato a cui hanno partecipato i leader delle forze armate dei 28 paesi dell’Alleanza atlantica. L’incontro è servito a fare il punto sui programmi odierni e futuri e ad approfondire le “minacce alla sicurezza” nelle regioni orientali e meridionali della Nato. “Il meeting del Comitato dei Capi della difesa ha consentito di reiterare il pieno supporto Nato all’Ucraina e alla sua sovranità e integrità territoriale adesso che proseguono e aumentano le violazioni dell’accordo per il cessate il fuoco da parte dei separatisti sostenuti dalla Russia e il loro uso di armi pesanti”, riporta il comunicato finale sottoscritto da tutti i partecipanti al vertice. “I Capi della difesa riaffermano altresì il loro solido impegno a favore delle odierne missioni Nato, valutando positivamente i progressi registrati con la missione KFOR in Kosovo e discutendo sulle problematiche ancora presenti in Afghanistan, dove sta per essere avviata la missione addestrativa Resolute Support per supportare e assistere le forze di sicurezza afghane”.

CONTINUA A LEGGERE