Politologo cinese: inevitabile il declino dell’egemonismo USA

da Sputnik News

L’attuale instabilità in Europa, nel Medio Oriente e nella regione di Asia-Pacifico è dovuta alla politica di Washington.

America sta cercando di allontanare quello che in realtà è inevitabile, e cioè il declino dell’egemonismo americano nel mondo, scrive sulle pagine del cinese Global Times il politologo e docente dell’Università di Studi Internazionali di Shanghai, Liu Zhongmin.

“In Europa la crisi ucraina ha peggiorato i rapporti della Russia con gli Stati Uniti e i paesi europei, dando un segnale per iniziare delle nuove guerre fredde, nel Medio Oriente questo gioco geopolitico ha dato una spinta al processo di frammentazione”, — osserva il politologo.

In Asia-Pacifico le tensioni geopolitiche sono alimentate dal problema della penisola coreana e dalle dispute sulle isole. Certo, questi problemi hanno profonde radici storiche, ma una loro caratteristica comune è che sono strettamente legati alla politica americana di “ristrutturazione” strategica globale, scrive Liu Zhongmin.

CONTINUA A LEGGERE