Siria: la volontà e la determinazione di un popolo

siria-sperada www.assadakah.it

La nostra ennesima missione giornalistica in Siria è stata una ottima occasione, oltre che per raccontare le battaglie e gli scenari di guerra, per incontrare esponenti della società civile e di partiti politici.

In una Damasco dove, nonostante tutto, la vita scorre tranquilla abbiamo incontrato la giovane attivista Nadia Hassoun, impegnata nel campo della cultura con la sua associazione “Nahna”, attraverso la quale cerca di far conoscere all’estero la Siria, con la sua cultura e la storia millenaria. Nadia si chiede con grande amarezza perché l’occidente non affronti con il necessario impegno la minaccia del terrorismo. “I jihadisti trucidano a sangue freddo chiunque non sia d’accordo con la loro visione del mondo. Migliaia e migliaia di siriani e iracheni vengono uccisi senza ragione. Inoltre stanno distruggendo tutti i reperti e le tracce della nostra storia millenaria, storia che allo stesso tempo è patrimonio di tutta l’umanità”. Nadia infine afferma che ad oggi quasi l’80% dei siriani appoggia il governo, confidando che esso sia in grado di eliminare la minaccia dei terroristi.

CONTINUA A LEGGERE