Missione giornalistica con la RAI al discorso del leader di Hezbollah

da www.assadakah.it

Sayyed Nasrallah ha parlato durante un evento in memoria dei sei combattenti del suo movimento e di un generale iraniano uccisi il 18 gennaio in un raid aereo israeliano in Siria.

(Talal Khrais-Beirut) Venerdì 30 gennaio abbiamo assistito, insieme alla collega Maria Gianniti inviata dal GR1 RAI, al discorso del leader di Hezbollah Hasan Nasrallah in occasione della commemorazione delle vittime dell’attacco a Quneitra accaduto lo scorso 18 gennaio.

Nonostante Nasrallah non fosse presente fisicamente ma abbia parlato attraverso uno schermo televisivo, nel palazzetto delle manifestazioni di Hezbollah chiamato Al Shahidein (i due martiri) c’erano oltre 20mila persone, la capacità massima della struttura.

L’evento è stato coperto dalle testate di tutto il mondo: 290 giornalisti accreditati dall’Europa e dagli Stai Uniti, 700 dai paesi arabi. Il discorso è stato anche trasmesso da 39 Tv satellitari, tra cui la CNN, ABC, France 2, Reuters e Al Jazeera.

CONTINUA A LEGGERE