L’Occupazione Usa dell’Iraq non è mai finita

da nena-news.it

Nonostante il presidente Obama cerchi di evitare le reazioni della sua opinione pubblica negando di voler mandare anche un solo marine nel Paese, gli “stivali sul terreno” statunitensi ci sono già perché non se ne sono mai andati dopo l’invasione del 2003. Lo “Stato islamico” (Is) attacca la base di ‘Ain al-Asad nella provincia irachena di Anbar, mentre l’esercito iracheno si prepara alla “più grande offensiva via terra” contro l’Is. In Siria, intanto, l’esercito di al-Asad, sostenuto da Hezbollah e miliziani iraniani, avanza a sud di Damasco facendo preoccupare Israele.

Roma, 14 febbraio 2015, Nena News – Ad Obama che chiede l’investitura del Congresso per la terza guerra in Iraq in vent’anni, Baghdad risponde con un secco «no grazie». Nessuno, ha fatto sapere il ministro degli Esteri al-Jaafari, ha mosso ufficiale richiesta a Washington perché invii truppe sul terreno iracheno: «Quello su cui ci siamo accordati con la coalizione internazionale è la fornitura di assistenza aerea, addestramento, condivisione di intelligence e assistenza umanitaria». Ma nessuno stivale sul terreno, precisa il governo iracheno.

CONTINUA A LEGGERE