La Palestina, il Medioriente e le guerre per le risorse

da pdcifermano.wordpress.com

La Palestina torna al centro della cronaca politica, ancora una volta in maniera distorta: gli aggressori israeliani diventano gli aggrediti e viceversa. Poco si parla del regime di occupazione israeliano che, ignorando le risoluzioni dell’ONU e con la complicità degli USA e delle altre potenze occidentali, nega quotidianamente al popolo palestinese non solo la prospettiva di un proprio Stato autonomo, ma anche la dignità di una vita che si possa definire umana. Il territorio destinato ai Palestinesi, dal 1946 ad oggi, si è ridotto paurosamente a causa dell’espansione delle colonie israeliane, restringendosi a poche aree senza continuità. Negato è ancora il diritto al ritorno dei palestinesi costretti a fuggire dalla propria terra a partire dalla tristemente famosa Nakba del 1948 fino ad oggi. Si tace colpevolmente sulle condizioni delle migliaia di prigionieri palestinesi detenuti nelle carceri israeliane, tra i quali vanno segnalati quelli in regime di detenzione amministrativa, una misura che comporta la detenzione senza limiti di tempo e senza formalizzazione delle accuse. 

CONTINUA A LEGGERE