Il piano Yinon di Israele, wabbismo e guerre USA: i cristiani arabi spinti all’esodo di massa

da oraprosiria.blogspot.it

“Il pericolo reale sta nel fatto che il mondo cristiano perde gli ultimi di coloro che furono i primi cristiani… le ultime anime antiche della terra”. Tale è la previsione di uno scrittore per quanto riguarda l’esodo continuo dei cristiani arabi dal Medio Oriente – un esodo innescato dal neocolonialismo occidentale e dall’espansione sionista che si adatta al sistema militare-industriale.

Negli Stati Uniti, la religione è una parte importante della vita pubblica – tanto che spesso trova la sua strada anche in politica. A livello della politica nazionale, è stato storicamente difficile vincere un’elezione, soprattutto a livello nazionale o statale, se si segue una fede non condivisa dalla grande maggioranza degli americani religiosi: il cristianesimo.

Questo fenomeno è ancora più pronunciato dopo l’ascesa della “maggioranza morale” negli anni ’80. Ma nonostante l’importanza del cristianesimo nella vita pubblica e privata dei cittadini e dei politici americani, i cristiani americani hanno suscitato pochissima preoccupazione per il destino del cristianesimo laddove esso è nato: il Medio Oriente.

CONTINUA A LEGGERE