Hong Kong: le elezioni hanno avuto luogo in un clima tranquillo

di Giulio Chinappi

da https://giuliochinappi.wordpress.com


Al contrario di quanto accaduto nel 2019, le elezioni nella Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong si sono svolte in un’atmosfera tranquilla e senza incidenti. Di seguito la traduzione dell’articolo di Chen Qingqing e Bai Yunyi per il Global Times.

I residenti di Hong Kong hanno iniziato a fare la fila davanti ai seggi elettorali in tutta la città la mattina di domenica, quando la città ha avviato le sue prime elezioni su larga scala dall’introduzione delle nuove riforme elettorali, che richiedono che solo patrioti possano amministrare la città. Oltre 1 milione di elettori avevano già votato, pari a un’affluenza del 24,53% alle 19:30.

Le settime Elezioni del Consiglio di Distretto (DC) stanno selezionando 176 consiglieri di distretto dai comitati di distretto e 88 consiglieri di distretto locali da un gruppo di 399 candidati. Sono stati istituiti oltre 600 seggi elettorali in tutta la città per servire circa 4,33 milioni di elettori, e un totale di 18 seggi elettorali per i comitati di distretto per gli elettori dei comitati di distretto.

Diversi candidati, elettori e analisti di Hong Kong hanno detto al Global Times durante il giorno delle elezioni che la competizione era accesa e “molto colorata”. Poiché ogni candidato deve essere un patriota, si ritiene che queste elezioni avranno un impatto positivo sul futuro di Hong Kong e sulla sua governance.

Vota per una comunità migliore

Verso le 8 del mattino di domenica, i reporter del Global Times hanno visitato diversi seggi elettorali situati su Robinson Road a Hong Kong Island, Yau Ma Tei a Kowloon e altri luoghi, vedendo che il personale dei seggi elettorali era già pronto e in attesa all’ingresso dei seggi. Cartelli e manifesti per le elezioni del Consiglio di Distretto erano appesi ovunque per guidare gli elettori. C’erano anche membri del personale fuori dal seggio per assistere gli anziani o altri elettori bisognosi. Prima che il voto iniziasse ufficialmente alle 8:30, gli elettori erano già in attesa fuori dal seggio.

Intorno alle 9:15 di domenica, il capo dell’Amministrazione Speciale di Hong Kong, John Lee, e sua moglie Janet Lee Lam hanno votato al seggio elettorale al 2 di Robinson Road, Raimondi College (in foto).

Le elezioni del Consiglio di Distretto di quest’anno sono di grande importanza perché il Consiglio di Distretto è stato dirottato in passato e alcuni membri del Consiglio di Distretto hanno apertamente sostenuto la “indipendenza di Hong Kong” e hanno compiuto azioni che mettevano a rischio la sicurezza nazionale, ha detto Lee in una conferenza stampa poco dopo aver votato.

Migliorando la governance del distretto, lo scopo dell’intero piano è restituire il Consiglio di Distretto alla sua intenzione originale, ovvero essere un’organizzazione non politica con la partecipazione dei patrioti come nostri consiglieri di distretto, che non tradiranno gli interessi nazionali, gli interessi di Hong Kong e gli interessi regionali“, ha detto Lee.

Pertanto, tutti devono prendere sul serio queste elezioni per il Consiglio di Distretto, fare buon uso del proprio voto ed eleggere un consigliere di distretto che, prima di tutto, ami il Paese e ami Hong Kong; in secondo luogo, un consigliere di distretto che vi servirà bene, ha detto Lee, esortando il pubblico a votare domenica.

Lee ha anche sottolineato che, nell’ambito del nuovo sistema elettorale, il governo ha anche un sistema di monitoraggio delle prestazioni del dovere per garantire che i consiglieri di distretto eletti siano competenti, soddisfino le esigenze del pubblico e raggiungano i livelli di lavoro attesi.

Il Consiglio di Distretto ristrutturato sarà un Consiglio di Distretto che attua il principio di “solo patrioti amministrano Hong Kong“. È l’ultimo tassello del puzzle per implementare questo principio e garantire che l’intero sistema di governo di Hong Kong sia in conformità con i requisiti di “Un Paese, Due Sistemi”, ha detto Lee.

Michael Ngai, un imprenditore di Hong Kong, è arrivato al seggio elettorale presto al mattino e si è messo in fila. Dopo aver votato, ha detto al Global Times che era molto felice di vedere che persone provenienti da diversi background e partiti politici potevano essere candidati in queste elezioni.

Sono ancora più felice che tutti i candidati questa volta siano patriottici, con gli stessi ideali e buone intenzioni nel servire la società“, ha detto, notando che le abilità professionali dei candidati e la loro esperienza e i loro successi nel servire la società negli ultimi anni sono la base per scegliere chi votare.

Una differenza significativa per le elezioni del Consiglio di Distretto di quest’anno rispetto a quelle del 2019 è che i candidati stanno ora correndo per il bene pubblico anziché utilizzare il Consiglio di Distretto per spingere un’agenda politica, ha detto un residente locale di 46 anni di cognome Chan al Global Times al seggio elettorale della Yaumatei Catholic Primary School domenica mattina, aggiungendo che “speriamo che lavorino per risolvere i nostri problemi e le difficoltà nella comunità“.

Le elezioni del Consiglio di Distretto nel 2019 sono state descritte come le più caotiche e pericolose nella storia di Hong Kong, poiché alcuni seggi elettorali erano circondati dalle forze anti-governative e gli aggressori attaccavano i residenti comuni che votavano per i candidati filogovernativi. Gli uffici di quasi tutti i candidati patriottici sono stati distrutti e dati alle fiamme dagli aggressori, e le loro famiglie e i volontari sono stati presi di mira o addirittura attaccati.

Tuttavia, le autorità locali non hanno abbassato la guardia in questa giornata di voto. I reporter del Global Times hanno notato la presenza di polizia fuori da diverse stazioni elettorali per prevenire potenziali incidenti.

Secondo le notizie locali, durante le elezioni del Consiglio di Distretto, più di 10.000 agenti di polizia dovevano essere dispiegati presso le stazioni elettorali, le infrastrutture importanti e i luoghi affollati di Hong Kong. Ogni seggio elettorale aveva almeno due agenti di polizia di stanza. Inoltre, il team speciale anti-terrorismo avrebbe condotto “pattugliamenti anti-terrorismo di alto profilo” nelle aree densamente popolate per prepararsi a tutti gli incidenti.

Il sistema informatico presso le stazioni elettorali di Hong Kong ha avuto problemi la domenica sera, poiché il sistema di registrazione elettronica degli elettori è diventato temporaneamente non disponibile. Si sono viste lunghe code fuori dalle stazioni elettorali in alcuni distretti a causa del malfunzionamento. La Commissione degli Affari Elettorali ha annunciato intorno alle 22 un’estensione del termine di voto fino a mezzanotte.

Elezione significativa

Queste elezioni del Consiglio di Distretto sono una parte importante dell’implementazione della politica “solo patrioti amministrano Hong Kong” e della riforma dell’ordine politico e della struttura di governo di Hong Kong, ha detto Lau Siu-kai, consulente dell’Associazione Cinese di Studi su Hong Kong e Macao e senior policy advisor, intervistato dal Global Times domenica.

Gruppi e individui patriottici hanno partecipato attivamente, e la competizione è stata accesa. In particolare, ha attirato l’attenzione la partecipazione attiva di molti giovani con titoli accademici elevati, ha detto Lau.

Prima delle elezioni, il governo della Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong e i gruppi patriottici si sono impegnati attivamente in lavori di pubblicità e mobilitazione, mostrando una “unità e cooperazione senza precedenti“, ha detto Lau. “Credo che questo avrà un significato positivo per la futura buona governance di Hong Kong e per la stabilità e l’attuazione a lungo termine di ‘Un Paese, Due Sistemi‘”, ha aggiunto.

In risposta alle descrizioni di alcuni media stranieri di queste elezioni come “solo una messa in scena” o “marginalizzazione delle figure di opposizione“, Lau ha detto che una “elezione colorata” si riferisce ai “colori variegati all’interno del campo patriottico” e non deve necessariamente includere candidati che non accettano le nuove politiche di Hong Kong.

Solo coloro che appartengono all’ordine politico possono essere considerati “colorati” correndo per le elezioni. Da questo punto di vista, i candidati di queste elezioni provengono da diverse professioni, estrazioni e gruppi e sono effettivamente abbastanza diversificati, ha detto.

Negli ultimi giorni, il Global Times ha notato che durante queste elezioni del Consiglio di Distretto c’è stata effettivamente una competizione accesa tra diversi candidati, ma al tempo stesso l’atmosfera era armoniosa, completamente diversa dalle elezioni del Consiglio di Distretto del 2019, che erano piene di reciproche offese, critiche e una seria confrontazione sociale. La principale competizione ora riguarda la “piattaforma politica” e la capacità di servire la comunità.

Prendendo l’esempio della circoscrizione di Wan Chai, la più competitiva, è sorprendente che diversi candidati “concorrenti” si siano incontrati per fare campagna elettorale per strada.

Queste elezioni del Consiglio di Distretto sono molto più intense della precedente legislatura, o addirittura di tutte le legislature“, ha detto Jeff Wong Sau-tung, un candidato della circoscrizione, al Global Times.

Tutti i candidati stanno lavorando duramente per migliorare la vita dei residenti, ha detto. Ad esempio, si impegnano a risolvere il problema dei ratti a Wan Chai e ad aggiungere più linee di autobus all’area.

Un altro candidato, Nicholas Muk Ka-chun, ha detto al Global Times che nel 2019 alcuni candidati non apparivano affatto nella comunità nei giorni feriali, ma la maggior parte dei candidati questa volta ha una ricca esperienza di servizio per vincere il sostegno pubblico. Ad esempio, lui ha iniziato a partecipare attivamente al lavoro anti-epidemico della comunità e ha distribuito forniture alla gente del posto nel 2020.

La partecipazione è il centro dell’attenzione di tutte le categorie sociali. Per incoraggiare più persone a votare, negli ultimi giorni molti funzionari del governo della Regione Amministrativa Speciale di Hong Kong e molte celebrità provenienti dai circoli politici e commerciali di Hong Kong sono scesi per le strade, nei ristoranti e negli edifici per distribuire volantini e sostenere i candidati.

La composizione, la base elettorale e il sistema di voto di queste elezioni del Consiglio di Distretto sono diversi da quelli delle elezioni del Consiglio di Distretto del 2019. Pertanto, non è opportuno confrontare direttamente i tassi di affluenza cumulativi delle due elezioni, ha detto David Lok, presidente della Commissione degli Affari Elettorali, ai reporter al seggio elettorale di Yaumatei.

Ha anche detto di essere fiducioso che le elezioni si svolgeranno in modo aperto, onesto e giusto, e che il voto e il conteggio dei voti saranno fluidi e completati entro un tempo ragionevole.

La partecipazione nelle prime quattro ore è stata considerata buona. Se il tasso complessivo di affluenza dovesse essere simile a quello delle elezioni del Consiglio Legislativo del 2021, sarebbe un risultato relativamente soddisfacente, ha dichiarato l’ex presidente del LegCo, Jasper Tsang, ai giornalisti domenica.

L’atmosfera sociale in queste elezioni del Consiglio di Distretto è completamente diversa da quella del 2019. A quel tempo, c’era “fumo di guerre ovunque” e alcune persone dicevano di temere di uscire a votare. Ora l’atmosfera sociale è pacifica, il che favorisce la disposizione degli elettori a recarsi alle urne, ha aggiunto Tsang.

Il livello di affluenza alle urne non è un indicatore importante per valutare l’efficacia delle nuove elezioni. Ciò che è più importante è vedere l’impatto della riforma del Consiglio di Distretto sulla stabilità politica di Hong Kong, sull’efficienza della governance, sul livello della governance regionale e su altri aspetti“, ha detto Lau.

In questa fase, le forze di opposizione e i loro sostenitori costituiscono ancora una grande parte degli elettori di Hong Kong. Le forze di opposizione non sono idonee a candidarsi perché non rispettano gli standard di “patrioti che amministrano Hong Kong“, e le persone sopra menzionate sono ostili alla nuova struttura politica di Hong Kong. Non sorprende che adottino un boicottaggio passivo di queste elezioni, ha detto.

Tuttavia, l’esperto ritiene che, giudicando dalle elezioni locali in altri Paesi del mondo e dalle passate elezioni del Consiglio di Distretto di Hong Kong in circostanze normali, sia un buon risultato se il tasso di affluenza non è inferiore al 25 percento.

Con la crescita delle forze patriottiche e il progressivo successo della governance di Hong Kong, credo che l’affluenza alle elezioni del Consiglio di Distretto aumenterà in futuro“, ha aggiunto.

Unisciti al nostro canale telegram