Tsipras strizza l’occhio alla Russia di Putin: no a nuove sanzioni a Mosca

putinda www.ilsole24ore.com

BRUXELLES – Sarà una riunione difficile quella che i ministri degli Esteri dei Ventotto terranno giovedì a Bruxelles per decidere se adottare nuove misure contro la Russia per il suo atteggiamento in Ucraina. Mentre nella parte orientale del paese le tensioni tra separatisti russofoni e nazionalisti ucraini restano elevate, a sorpresa il nuovo governo greco ha preso le distanze da una dichiarazione dei leader europei nella quale chiedono alle diplomazie nazionali di valutare nuove sanzioni contro Mosca.

“La Grecia non dà il suo consenso” al comunicato del Consiglio europeo, ha affermato ieri pomeriggio il nuovo governo presideduto dal premer Alexis Tsipras, perché sarebbe stata violata “l’appropriata procedura”. Diplomatici qui a Bruxelles assicurano che l’iter è stato seguito secondo le regole, con una procedura di silenzio-assenso. Il problema, evidentemente, è che la decisione è stata presa lunedì, mentre la Grecia era in piena transizione istituzionale dopo il voto di domenica.

CONTINUA A LEGGERE