Sui risultati elettorali del secondo turno delle presidenziali

da AKEL (Partito Progressita dei Lavoratori di Cipro) | solidnet.org
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare
   
AKEL Logo1I risultati finali del secondo turno delle elezioni presidenziali tenutosi il 24 febbraio 2013 nella Repubblica di Cipro hanno portato alla vittoria Nicos Anastasiades, presidente del partito di Unione Democratica (destra) con il 57,48% dei voti. Il candidato indipendente Malas Stavros, sostenuto da AKEL ha ottenuto il 42,52%.
 
Si tratta di un risultato significativo per AKEL data la difficile situazione in cui si sono svolte le elezioni. Stavros Malas é stato sostenuto esclusivamente da AKEL sia al primo che al secondo turno, mentre Anastasiades Nicos ha potuto contare su Unione Democratica (DISY), il Partito Democratico di centro destra (DIKO) e EVROKO (estrema destra).
 

Candidato
Voti
Percentuale
Nicos Anastasiades
236.965
57,48%
Stavros Malas
175.267
42,52%
 
Totali: 100%

Registrati: 545.493 Votanti: 445.009 (81,58%) Astenuti: 100.484 (18,42%)
Validi: 412.232 (92,63%) Non validi: 14.747 (3,31%) Schede bianche: 18.030 (4,05%)
 
Il Segretario Generale del CC di AKEL, Andros Kyprianou, ha dichiarato ieri sera che il risultato conseguito è da considerarsi molto positivo, anche se il partito si trova ora all’opposizione, ma comunque con un alto consenso: “una forza importante, pronta a svolgere il suo ruolo al servizio di Cipro e del popolo cipriota”.
 
Inoltre, Kyprianou ha evidenziato come il significativo risultato conseguito dal candidato sostenuto da AKEL sia maturato in un clima negativo a causa delle conseguenze della crisi economica mondiale sull’economia cipriota, per la situazione creatasi dopo l’esplosione micidiale alla base navale di Mari e le critiche nei confronti del Presidente della Repubblica e di AKEL degli ultimi anni.
 
Il Segretario Generale di AKEL si è calorosamente congratulato con Malas Stavros, mettendo in evidenza “il vigore, la determinazione e l’etica dimostrata nel corso della battaglia pre-elettorale”.
 
Infine, ha rassicurato i quadri, i militanti e simpatizzanti di AKEL che i messaggi da loro inviati saranno analizzati e saranno oggetto di profonda discussione perché il partito possa andare avanti nel modo migliore. Nel prossimo futuro, gli organismi collegiali di AKEL si impegneranno in un’analisi completa sui risultati delle elezioni e sui cinque anni di presidenza di Demetris Christofias.
 
In questa occasione vogliamo ringraziare tutti i partiti fratelli per la loro solidarietà con la lotta del popolo cipriota e AKEL. E’ certo che seguiranno altre lotte, visto che il popolo cipriota dovrà affrontare diverse sfide negli anni a venire a causa della crisi economica, dei negoziati con la troika, lo sfruttamento delle riserve di idrocarburi e gli sviluppi sulla questione cipriota. Il presidente eletto ha già dichiarato che il suo primo atto sarà quello di presentare la domanda di adesione, per conto della Repubblica di Cipro, al “‘Partenariato di pace” della NATO.
 
Seguiranno presto ulteriori informazioni relative al risultato delle elezioni.
 
Saluti fraterni
Il Dipartimento Internazionale di AKEL
25/02/2013