Madrid: Podemos – in calo – incontra multinazionali e ambasciata Usa

da contropiano.org

Se si votasse ora per le elezioni legislative spagnole, Podemos si piazzerebbe in testa con il 22.5% dei voti. A confermare il primato della creatura politica di Pablo Iglesias è un sondaggio pubblicato ieri dal quotidiano iberico El Pais, secondo il quale i socialisti del Psoe otterrebbero il 20,2% dei suffragi mentre il Partido Popular, attualmente al governo con la maggioranza assoluta, si dimezzerebbe al 18.6%. Il sondaggio in questione predice anche un incredibile boom dei liberali di Ciutadanos che si piazzerebbero appena dietro il PP con il 18.4% dei voti, mentre la sinistra di Izquierda Unida, risucchiata dal fenomeno Podemos, si fermerebbe al 5.6% dei voti, tallonata dai liberali di destra dell’UpyD dati al 3,6%.

Rispetto ai sondaggi precedenti il sondaggio realizzato agli inizi di marzo segnala due tendenze politiche rilevanti. La prima è una netta discesa delle intenzioni di voto nei confronti di Podemos, che cala di ben 5 punti percentuali in un mese, forse a causa dell’apparente ripresa economica che rende meno appetibili alcune delle proposte politiche antiausterity agli occhi dell’elettorato. L’altro elemento evidente è la vera e propria esplosione di una forza politica – Ciutadanos – che fino a poco tempo fa era relegata in ambito catalano.

CONTINUA A LEGGERE