Il prigioniero di guerra della NATO Dragoljub Milanovic è finalmente libero!

a cura di I. Slavo per CNJ-onlus

Dragoljub-MilanovićDragoljub Milanovic, già direttore della Radiotelevisione della Serbia -RTS- era stato incarcerato poco dopo il golpe avvenuto in Serbia a fine 2000, e condannato nel 2002 a 10 anni di prigione con l’accusa infamante di essere il responsabile indiretto (!) della morte di 16 suoi colleghi della RTS, vittime delle bombe della NATO.

Un destino kafkiano ha voluto che Milanovic fosse così usato come capro espiatorio e per “coprire” mediaticamente la vera responsabilità della strage, che era e rimane tutta intera a carico degli avieri della NATO e dei loro mandanti politici e militari. Infatti gli assassini stragisti responsabili della morte di quelle 16 persone – è bene ricordarlo – non sono stati ancora sottoposti ad alcun processo e sono sempre rimasti a piede libero.

Sul caso Milanovic si veda la petizione pubblica lanciata nel 2010:
http://www.cnj.it/24MARZO99/criminale.htm#milanovic2010

Sulla strage alla RTS di Belgrado, nella notte tra il 22 ed il 23 aprile 1999, si vedano invece :

il Rapporto di Amnesty International 
http://www.cnj.it/24MARZO99/amnesty2000.htm

la pubblicazione “SEDÌCI PERSONE. Le parole negate del bombardamento della TV di Belgrado” di Corrado Veneziano – in DVD con il libro: “Se dici guerra umanitaria”
http://www.cnj.it/24MARZO99/criminale.htm#sedici

il libro di Peter Handke: Die Geschichte des Dragoljub Milanovic, Jung und Jung, Salzburg und Wien 2011
http://www.cnj.it/CULTURA/handke.htm#milanovic