Grecia: la polizia antisommossa contro gli scioperanti

Partito Comunista di Grecia (KKE) | kke.gr
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

All’alba di sabato 21/11, il governo di coalizione SYRIZA-ANEL ha schierato, su richiesta del datore di lavoro, le forze di polizia antisommossa contro gli operai della “Zoura”, industria di allevamento del pollame a Salonicco, per aver osato scioperare rivendicando i propri stipendi che il datore di lavoro non paga da mesi.

Un massiccio intervento delle forze di polizia antisommossa ha avuto luogo intorno alle 4,30 del mattino nei pressi della fabbrica. 28 operai sono stati arrestati alla presenza del magistrato con l’accusa di “violenza” e “disturbo dell’ordine pubblico”, tra i quali Leonidas Stoltidis, segretario della Camera del Lavoro di Salonicco e membro della Segreteria Esecutiva del PAME, Manolis Karantousas, presidente della Federazione dei Lavoratori dell’Industria Alimentare e Bevande, Giannis Tzavaras presidente dell’Unione dei Lavoratori dell’azienda “Zoura”, 4 membri del consiglio del sindacato dell’Industria Alimentare e Bevande della Macedonia Centrale etc.


Il PAME ha denunciato l’aggressione, mentre una delegazione del KKE ha protestato presso la Direzione Centrale della Sicurezza di Salonicco. Nel corso della loro mobilitazione, i lavoratori hanno avuto l’appoggio di una nutrita delegazione dell’organizzazione di partito del KKE della Macedonia Centrale, dei deputati e membri del CC Sakis Vardalis e Sotiris Zarianopoulos, entrambi europarlamentari del KKE.