Francia: debacle socialista, boom dell’estrema destra

di Marco Santopadre | da www.contropiano.org

Il risultato del voto amministrativo di ieri in Francia – si è votato per rinnovare i consiglieri municipali in quasi 37 mila comuni – è stato un vero e proprio choc per il governo del ‘socialista’ Hollande. Quasi ovunque il partito di governo è stato ampiamente ridimensionato nel voto locale che ha visto un vero e proprio boom dell’estrema destra, seppure in versione ripulita, guidata da Marine Le Pen. Una giornata, quella di ieri, caratterizzata anche da un buon risultato della destra dell’Ump e da un astensionismo record, mai registrato finora, che ha sfiorato il 37% (era stato il 33,5 nel 2008).

Per il partito socialista di François Hollande la sconfitta è secca, più forte ancora di quanto non fosse prevista. In totale, secondo i risultati quasi definitivi annunciati dal ministro degli Interni Manuel Valls, la destra ha raccolto il 46,54% dei voti espressi, il centrosinistra solo il 37,74%, l’estrema destra il 4,65% (dato altissimo considerando che il FN si presentava solo in 600 comuni su quasi 37 mila) e l’estrema sinistra lo 0,58%.


CONTINUA A LEGGERE