Le contromosse della Russia nella guerra fredda finanziaria

Limes1214 carta3 1000di Demostenes Floros | da Limes

La caduta del prezzo del petrolio è stata rilevante anche a dicembre: il Brent è calato da 73,72 dollari al barile ($/b) a 58,46$/b, mentre il Wti è diminuito da 69,44 a 53,95 $/b. Da giugno il costo del greggio si è pressoché dimezzato. Nell’ultimo mese del 2014 il dollaro si è apprezzato nei confronti dell’euro, passando da 1,2469€/$ a 1,2141€/$. L’oro ha chiuso l’anno poco sotto i 1200$/oncia.

Secondo i dati forniti dall’International Energy Agency (Iea), la domanda di petrolio nel IV trimestre 2014 si è attestata attorno ai 93,51 milioni di b/d, un record. Nel medesimo arco di tempo, l’offerta ha comunque più che bilanciato la domanda: nello specifico, la produzione globale è diminuita di 340 mila b/d (94,1 milioni di b/d) in novembre, quasi esclusivamente a causa del calo di 315 mila b/d verificatosi nei paesi Opec (30,32 milioni di b/d).

CONTINUA A LEGGERE