Thiane-2: entra in funzione il più veloce computer al mondo

da www.lacinarossa.net

Buone notizie, dalla Cina (prevalentemente) socialista.

Durante il primo quadrimestre del 2014 la crescita del prodotto interno cinese rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente è risultata pari al 7,4 percento, superando le aspettative degli analisti e smentendo per l’ennesima volta, nel corso degli ultimi tre decenni, i profeti di sventura occidentali, di destra e di “sinistra”, e cioè i sostenitori della “teoria del collasso” tanto numerosi e influenti nelle metropoli imperialiste, siano essi di matrice conservatrice o progressista, riformista o (presunta) “rivoluzionaria”.

Ma non solo. Dalla metà di aprile di quest’anno, è entrato in funzione al servizio della società e dell’economia cinese il formidabile computer Thiane-2, collocato nell’Università di Sun jat Sen della città di Guanzhou. Si tratta del più veloce supercomputer attualmente esistente sulla faccia del nostro pianeta, che anche secondo un analisi scientifica internazionale del 18 novembre 2013 superava di quasi due volte le prestazioni offerte dal secondo supercomputer più veloce del pianeta, il “Titan” statunitense.[1]

CONTINUA A LEGGERE