Francesco Maringiò: l’edificazione di una “comunità umana dal futuro condiviso” rappresenta una nuova via della politica internazionale

asean xida http://italian.cri

Il 18 gennaio 2017 presso la sede generale dell’Onu di Ginevra, il capo di Stato cinese Xi Jinping ha pronunciato un discorso tematico intitolato “L’edificazione congiunta di una comunità umana dal futuro condiviso”, in cui ha illustrato in modo sistematico questo concetto. In una situazione di gravi minacce affrontate dal mondo odierno come l’unilateralismo, l’ideologia da guerra fredda e il Covid-19, Francesco Maringiò, presidente dell’Associazione italo-cinese per la promozione della Nuova Via della Seta ed esperto di questioni cinesi, ritiene che l’idea di edificare una “comunità umana dal futuro condiviso” avanzata dalla Cina rappresenti una nuova via della politica internazionale.

Nel suo discorso intitolato “L’edificazione congiunta di una comunità umana dal futuro condiviso”, il capo di Stato cinese Xi Jinping ha affermato che nell’ultimo secolo la pace e lo sviluppo sono state il desiderio comune di tutta l’umanità. Di fronte alle incertezze, alle sfide e ai pericoli del mondo di oggi, “la proposta cinese è la costruzione di una comunità umana dal futuro condiviso che realizzi una vittoria comune e condivisa.” Secondo Francesco Maringiò la causa comune dietro le principali questioni internazionali è la mancanza di equità. Attraverso l’edificazione di una comunità umana dal futuro condiviso la Cina ha offerto al mondo intero una soluzione:

(registrazione 1)

Di fronte a un fenomeno come il Covid-19, che ha coinvolto tutto il mondo, nessun paese può pensare solo a se stesso. 4 anni fa il presidente cinese Xi Jinping ha indicato in un suo discorso: “L’Organizzazione Mondiale della Sanità deve svolgere un ruolo guida, rafforzando la supervisione, la divulgazione, gli scambi di esperienze e la condivisione tecnologica.” 4 anni dopo, come primo paese colpito dal Covid-19, la Cina al più presto possibile ha condiviso le informazioni riguardanti il virus con l’OMS e, una volta messa sotto controllo l’epidemia entro i propri confini, ha aiutato molti altri paesi nello stesso sforzo. Secondo Francesco Maringiò, la Cina ha sempre sostenuto la cooperazione internazionale per superare le grandi epidemie che minacciano l’umanità. Egli ha detto:

(registrazione 2)

In un momento come questo, in cui l’epidemia è ancora grave e le prospettive di ripresa economica mondiale non sono ancora chiare, la firma dell’“Accordo regionale di partnership economica globale” e la conclusione con successo delle trattative sull’“Accordo di investimento Cina-Europa” hanno portato ai paesi interessati e alla crescita dell’economia mondiale importanti opportunità di sviluppo. Il presidente cinese Xi Jinping ha una volta affermato: “Il destino del mondo deve essere plasmato insieme da tutti i paesi, le regole internazionali, così come gli affari globali, devono essere scritti e gestiti congiuntamente, e i risultati dello sviluppo devono essere condivisi da tutti.” Secondo Francesco Maringiò, i due accordi suddetti dimostrano che con la concezione di una comunità dell’umanità dal futuro condiviso la Cina si sta sforzando di promuovere l’integrazione dell’economia regionale e dello sviluppo comune di tutto il mondo attraverso un metodo paritario