Ucraina. Mosca chiede inchiesta sui cecchini di Kiev

da www.tribunodelpopolo.it

Sergei Lavrov, ministro degli Esteri russo, ha chiesto ufficialmente una inchiesta dell’Ocse sui responsabili delle morti, nei giorni scorsi, di decine di persone a Kiev, uccise da attacchi di cecchini su cui ci sono grandi ombre. Una recente intercettazione dei servizi ucraini infatti ha mostrato la responsabile esteri dell’Ue Catherine Ashton parlare con il ministro degli Estere estone del fatto che i cecchini sarebbero stati assoldati dall’opposizione di Piazza Maidan. 

Mentre l’Occidente e il mondo continuano a guardare al “dito” della Crimea senza vedere la “Luna” di quanto successo a Kiev nei giorni della cacciata di Yanukovich, il ministro degli Esteri Segei Lavrov ha deciso di portare la cosa all’attenzione mondiale insistendo per proporre una inchiesta dell’Ocse sui responsabili della morte di decine di persone a Kiev quando i cecchini seminarono morte e panico nelle strade del centro. Lavrov ha anche detto, fonte Liberation, che non è più possibile continuare a dissimulare la verità, con un chiaro riferimento probabilmente alla telefonata intercettata tra la Ashton e il ministro degli Esteri estone, telefonata nella quale si faceva palese riferimento al fatto che i cecchini siano stati assoldati non da Yanukovich ma dagli stessi manifestanti di piazza Maidan. “Le prime informazioni su questo affare di presunti cecchini non possono essere nascoste“, ha detto lo stesso Lavrov nel corso di una conferenza stampa.


CONTINUA A LEGGERE