“Il mondo cambia, ma il loro approccio è da Guerra Fredda”, intervista a Sergej Lavrov

da Sputnik News

Il ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov ha rilasciato un’intervista al canale tv “Rossiya 24”. Eccone un estratto.

– Cominciamo con il tema più importante: le relazioni russo-americane. Per fare un parallelo con i tempi della “guerra fredda”, con cosa, secondo Lei, è possibile confrontare il grado di tensione che si verifica ora?

— Non vorrei paragonarlo con la “guerra fredda”, è una situazione abbastanza diversa. Ci sono seri problemi legati al fatto che il mondo sta cambiando e l’approccio dei nostri colleghi occidentali rimane lo stesso di quello che era nell’epoca durata molti secoli del loro dominio assoluto.

Non direi che al momento la cosa più importante per noi siano le relazioni russo-americane. Per noi la cosa più importante è garantire il consenso di tutti riguardo al fatto che oggi i problemi del mondo non possono essere risolti né da soli nè in due. Ma perché ciò avvenga, dobbiamo accettare il principio dell’azione collettiva come base in tutte le casistiche. E’ impensabile che in alcune questioni gli Stati Uniti ci invitino con favore a collaborare, mentre in altre ritengano di avere il diritto di “punirci”, come affermato da loro.

CONTINUA A LEGGERE