«Dietro la rivolta di Kiev c’è un golpe nazionalista»

da www.ilgiornale.it

Pubblichiamo l’interessante analisi come contributo alla conoscenza di quanto sta accadendo in Ucraina

A Kiev continua l’assedio dei palazzi del potere, ma i retroscena della rivolta di piazza raccontano un’altra storia rispetto alla vulgata accreditata dai media in Occidente.

Barricate e occupazione di edifici pubblici importanti fanno parte di un piano ben congegnato, che punta a buttar giù il governo, come un colpo di Stato. La repressione delle teste di cuoio della polizia è stata ingigantita ad arte per far grancassa propagandistica sui media di mezzo mondo. E dietro la rivolta «spontanea» in nome dell’Europa ci sono gruppi nazionalisti che hanno padrini forti fra i vicini polacchi e nella potente Germania. Ex politici di Varsavia erano presenti alle manifestazioni del fine settimana assieme ai leader dell’opposizione. Non solo: le lobby ucraine oltreoceano derivano in stragrande maggioranza dalla parte occidentale del Paese, che odia i russi.


CONTINUA A LEGGERE