No alle minacce di intervento militare contro il Venezuela!

marcha pro maduroDichiarazione del Consiglio Mondiale della Pace

da cebrapaz.org.br

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

È con ripulsa e indignazione che ancora una volta denunciamo le minacce contro il Venezuela bolivariano e sovrano, questa volta lanciate dalla sede dell’Organizzazione degli Stati Americani (OSA). Il 16 settembre scorso, il segretario generale di questa istituzione servile verso l’imperialismo statunitense Luis Almagro, facendo eco al discorso criminale del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ha affermato che l’opzione militare contro il governo del presidente Nicolas Maduro non dovrebbe essere esclusa.

Il Consiglio Mondiale della Pace e diverse forze democratiche in tutto il mondo hanno respinto le minacce di Trump e hanno ripetutamente espresso la loro risoluta opposizione agli attacchi coordinati tra vari governi nella regione al servizio dell’imperialismo USA contro il Venezuela, che stanno creando un’atmosfera di guerra tra i paesi fratelli.

Che Almagro abbia fatto dichiarazioni simili a quelle di Trump dalla Colombia, dove era in visita in rappresentanza dell’OSA, dimostra che una così oltraggiosa ingerenza, la sua aggressività e l’irresponsabile suggerimento di una “opzione militare” sono contrari alla promozione della pace e del dialogo. Il suo comportamento ossessivo ha assunto una particolare evidenza quando il segretario generale ha detto che non si sarebbe fermato finché non si fosse rovesciato il governo di Maduro, un governo legittimamente eletto dal suo popolo.

Come avviene solitamente per altri interventi che distruggono paesi, arrecando vittime tra i popoli in così tante regioni, Almagro ha affermato che tale aggressione sarebbe giustificata per contrastare “violazioni dei diritti umani”, valendosi di parole d’ordine così care alle forze progressiste… Ma non si tratta che di pretesti per l’impero per condurre le sue devastanti invasioni o per la promozione di colpi di stato e per l’instaurazione di dittature o regimi sottomessi, a causa dei quali milioni sono state le vittime nella storia più recente della regione.

Il governo colombiano ha servito fedelmente gli Stati Uniti, intensificando il suo antagonismo contro il governo venezuelano, in aggiunta ad altri governi che servono l’imperialismo USA, che si sono uniti per attaccare il Venezuela bolivariano con tutti i mezzi. Tra gli strumenti ci sono le guerre mediatica e finanziaria, i tentativi di isolare, diffamare, destabilizzare e fomentare crisi interne per infiammare gli animi e far cadere il governo.

Ma il popolo venezuelano resiste! Insiste valorosamente nella difesa della sovranità popolare e nazionale, della democrazia e nell’impegno per la giustizia sociale che caratterizza la rivoluzione bolivariana. Da qui la disperazione delle forze reazionarie e dell’oligarchia nazionale antipatriottica e antidemocratica, che richiedono aggressioni sempre più estreme.

Il Consiglio mondiale della pace e tutte le forze progressiste e democratiche rafforzano la loro solidarietà con il popolo venezuelano e denunciano il tentativo di promuovere la guerra in America Latina.

Per la sovranità e la pace, per la fine delle interferenze e l’aggressione contro il popolo venezuelano! Giù le mani dal Venezuela!

Socorro Gomes
Presidente del Consiglio Mondiale della Pace