I grandi media mostrano un Venezuela che non corrisponde alla realtà

socorro-gomes- presidenta-by-sagun--47-.jpg71979di Socorro Gomes, presidente del Consiglio Mondiale della Pace (CMP)

da www.vermelho.org.br 
Traduzione di Marx21.it

La presidente del Consiglio Mondiale della Pace e del Centro Brasiliano di Solidarietà ai Popoli e Lotta per la Pace (Cebrapaz), Socorro Gomes, ha partecipato alla missione di solidarietà al Venezuela il 20-28 febbraio. L’evento era organizzato dalla Federazione Mondiale della Gioventù Democratica (FMGD) con l’appoggio del CMP e la presenza di rappresentanti di 27 paesi.

Secondo Gomes, la visita è stata molto importante per la comprensione di quale sia la reale situazione politica ed economica del paese sud americano. “A vedere, ascoltare e leggere i grandi media, ci si troverebbe di fronte a un altro Venezuela perché le notizie mostrano un paese, ma quando si arriva là si capisce che la situazione è completamente diversa”.

Socorro ha citato come esempio il prefetto di Caracas, Antonio Ledezma, arrestato alcuni giorni fa, accusato di partecipare alla cospirazione per rovesciare il governo di Nicolas Maduro. “Ci hanno detto che non sono stati rispettati i diritti umani, che la sua casa è stata invasa da uomini incappucciati, ma quando abbiamo visitato la Camera ci sono stati mostrati tutti i video del carcere. Ledezma appariva molto tranquillo, facendo la “V” della vittoria con le dita, e tutto si svolgeva nel rispetto delle leggi”.

La presidente del CMP ha spiegato che in molti stati venezuelani si sono verificati molti atti di vandalismo e violenza. “L’estrema destra, con tutto il sostegno degli USA, ha ingaggiato pistoleri, mercenari, e stanno avvenendo assassini per imporre la paura, il terrore. E’ un processo di intimidazione con l’unico obiettivo di screditare il governo e rovesciare Maduro. Ora, perché avviene questo?”, si domanda.

Se la gente osserva i cambiamenti avvenuti nella società venezuelana, si capisce il motivo di tutto ciò. In primo luogo sul petrolio, prima che Hugo Chavez arrivasse al governo nel 1998, le grandi imprese pagavano un’imposta solo simbolica, era il saccheggio delle risorse venezuelane. Quando Chavez ha assunto il potere, ha messo una tassa del 30% che ha reso possibile che si cominciasse a investire a beneficio del popolo. La povertà assoluta che era del 10% si è ridotta notevolmente, a meno del 5%, mentre la povertà in generale è scesa di più del 50%. Anche l’IDH (Indice di Sviluppo Umano) è aumentato.

Un altro miglioramento significativo rilevato da Socorro Gomes riguarda l’educazione. Persino l’Unesco ha riconosciuto gli innumerevoli progressi ottenuti dal paese in questo settore.

La presidente del CMP contesta anche le accuse secondo cui, prima Chavez e ora Maduro, abbiano imposto un regime dittatoriale in Venezuela. “E’ il paese nel mondo in cui si sono svolte più elezioni negli ultimi anni, sia per i mandati, sia per i plebisciti di metà mandato. Ciò è affermato anche da persone che non nutrono alcuna simpatia per la sinistra o per la sovranità dell’America Latina, come l’ex presidente statunitense Jimmy Carter. E’ innegabile che si tratti di un processo democratico”.

Per Socorro, le ingerenze patite dal paese sud americano sono dovute alla perdita dei privilegi di una élite che usufruiva delle risorse del paese e che vorrebbe trarne vantaggio a detrimento della maggioranza. La presidente del CMP ha sottolineato la grande importanza del sostegno di altri paesi, specialmente quelli vicini, ricordando che organismi come l’Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America (Alba), l’Unione delle Nazioni Sud Americane (Unasul) e la Comunità degli Stati Latinoamericani e dei Caraibi (Celac) sono essenziali in questa lotta contro il golpismo.

Per Portal Vermelho
Tayguara Ribeiro

Sulla missione di solidarietà in Venezuela organizzata dalla FMGD
https://www.marx21.it/internazionale/america-latina-e-caraibi/25172-la-gioventu-democratica-di-tutto-il-mondo-contro-lingerenza-imperialista-in-venezuela.html