Sud Sudan. La strage di Natale ignorata

da www.tribunodelpopolo.it

Mentre si festeggia il Natale sono migliaia i sud sudanesi rimasti uccisi dopo oltre sette giorni combattimenti tra l’esercito del presidente Salva Kiir e il suo rivale Riek Machar in Sud Sudan.

Un bilancio, del tutto provvisorio, di migliaia di morti. Questo è l’orrore che sta succedendo in Sud Sudan mentre l’Occidnte è distratto dalle festività natalizie. A rendere note le cifre della tragedia ci ha pensato Toby Lanzer, capo della missione umanitaria delle Nazioni Unite nel Paese africano. La situazione è degenerata a seguito degli scontri che hanno diviso il governo di Juba, con le forze fedeli al presidente Salva Kiir che si oppongono a quelle del rivale Machar. Sarebbero state ritrovate fosse comuni con 75 cadaveri di cui ben 34 appartenenti a persone del gruppo etnico Dinka, segno che le eliminazioni avvengono anche su base tribale. Una fossa comune è stata scoperta a Bentiu, mentre altre due sono state rinvenute nello Stato di Juba, a Jebel-Kujur e Newsite.


CONTINUA A LEGGERE