Contro l’inezia liberale – Marx e la tesi del plusvalore

E-mail Stampa PDF

marx engels primopianoIniziamo oggi la pubblicazione di cinque scritti che nel confutare alcuni video critici rispetto alle idee Marx ne spiegano bene l'immutato valore

di Giovanni Paolo Sirianni e Pier Giorgio Corriero

Da sempre la borghesia si oppone con ogni mezzo possibile ed immaginabile a chi tenta di mettere in discussione il suo dominio e, conseguentemente, cerca da sempre di ridicolizzare, mistificare e combattere in tutti i modi il marxismo: filosofi, economisti, letterati, artisti, poeti, scrittori, cantanti ed intellettuali di ogni tipo da sempre ripetono imperterriti le loro menzogne sulla teoria e sulla pratica del marxismo e del socialismo scientifico. Tra le tante maschere pirandelliane della borghesia quella più curiosa, più stuzzicante, ma allo stesso tempo più stravagante ed ambigua, è quella liberale. «Il liberalismo - scrive Losurdo - è la tradizione di pensiero che mette al centro della sua preoccupazione la libertà dell’individuo, misconosciuta o calpestata invece dalle filosofie organicistiche di diverso orientamento» (Domenico Losurdo, “Controstoria del liberalismo”, Edizioni Laterza, Bari 2005, p. 25). Il liberalismo è una delle principali teorie politiche borghesi e tra le tante teorie politico-economico-sociali di questa classe è certo quella che più di tutte le altre pone come suo asse portante il dogma totemico del libero mercato e della competitività, quella che più di tutte le altre predica cancerogene idee sul piano morale e/o culturale, affermando che l’etica di stato non dovrebbe esistere ed operando un gigantesco encomio di tutte le loro discutibili proposte politiche sotto il falso nome della libertà. Ma come ammoniva già Marx oltre un secolo fa “Signori, non vi lasciate suggestionare dalla parola astratta di libertà. Libertà di chi? Non è la libertà di un singolo individuo di fronte a un altro individuo. È la libertà che ha il capitale di schiacciare il lavoratore.” (K. Marx-F. Engels, Opere complete, vol. VI, Editori Riuniti, Roma 1973, p. 481)

Leggi tutto...

Per il gramsciano 'intellettuale collettivo'

E-mail Stampa PDF

cina socialismodi Ferdinando Dubla

da Cumpanis 100° del PCI – gennaio 2021

Il partito dei comunisti: formazione dei quadri, linea di massa e radicamento popolare

"Siete nel mondo ma non sapete perchè. Operate, ma non sapete perchè. Sentite dei vuoti, e desirereste delle giustificazioni al vostro essere, al vostro operare, e vi pare che le ragioni umane non vi bastino, che risalendo di causa in causa arriviate a un punto che, per coordinare e regolare il movimento, ha bisogno di una ragione suprema, fuori del conosciuto e del conoscibile per essere spiegata. proprio come uno che guardando il cielo e risalendo di piano in piano nello spazio che la scienza ha misurato, sente sempre  maggiori difficoltà al suo fantastico vagabondare nell'infinito, e arriva al vuoto e non può concepirecquesto vuoto assoluto, e allora inconsciamente lo popola di creature divine, di entità soprannaturali che coordinano il movimento vertiginoso e pur logico dell'universo. (..) La nostra religione ritorna ad essere la storia, la nostra fede ritorna ad essere l'uomo e la sua volontà e la sua attività."
Antonio Gramsci, La storia, 29 agosto 1916, in Cronache torinesi 1913-1917, a cura di Sergio Caprioglio; Einaudi, Torino, 1980, pp. 513-514

Leggi tutto...

Gli F-35 bombardano Gaza

E-mail Stampa PDF

dinucci f35di Manlio Dinucci

da il manifesto 18 maggio 2021

Il portavoce delle Forze israeliane Zilberman, annunciando l’inizio del bombardamento di Gaza, ha specificato che «prendono parte all’operazione 80 caccia, inclusi gli avanzati F-35» (The Times of Israel, 11 maggio 2021). È ufficialmente il battesimo di fuoco del caccia di quinta generazione della statunitense Lockheed Martin, alla cui produzione partecipa anche l’Italia quale partner di secondo livello.

Leggi tutto...

Socialismo con caratteristiche cinesi

E-mail Stampa PDF

Zhang boyingdi Renato Caputo

da https://www.lacittafutura.it

Negli ultimi 70 anni il popolo cinese, con la forte guida del Partito Comunista Cinese, esplorando con grande coraggio e incessantemente il cammino da percorrere, si è avviato con successo sulla strada del socialismo con caratteristiche cinesi. Lungo questo cammino, hanno inaugurato una nuova era. Negli ultimi 70 anni, il popolo cinese, con perseveranza e strenui sforzi, ha raggiunto risultati che sono la meraviglia del mondo.

Leggi tutto...

Dal fronte del Donbass. Questi sono i difensori del Donbass morti nell'aprile 2021

E-mail Stampa PDF

donbass vignadi V. Surkov e E. Vigna

La cronaca di guerra e di morte nell’aprile 2021 nel Donbass è tra le più alte degli ultimi anni. 

Le Repubbliche Popolari si sono preparate ad una offensiva decisiva al fronte. Filmati del movimento di colonne militari rilevati dai Servizi di sicurezza della RPD fornite anche ai media, non lasciano dubbi sul fatto che la tensione sta crescendo e questo è confermato dalle fonti ufficiali della Repubblica. 

Leggi tutto...

La pericolosa convergenza di Cina e Russia. Come contrastare una partnership emergente

E-mail Stampa PDF

moscadi Andrea Kendall-Taylor e David Shullman

da Foreing Affairs 3 maggio 2021

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Un interessante articolo apparso su Foreing Affairs, rivista legata al Dipartimento di Stato statunitense, spiega molto bene qual è la paura di Washington: quella di un rapporto sempre più stretto fra Cina e Russia. Gli sforzi dell'amministrazione e Biden saranno concentrati nei prossimi anni sul tentativo di incunearsi dentro questa alleanza. Questo articolo ripulito dall'ideologia atlantista ha per questo motivo un grande interesse.

Leggi tutto...

Ergastolo ostativo. C’è chi dice no

E-mail Stampa PDF

Antetomaso alla CameraIntervista di Alba Vastano

da http://www.blog-lavoroesalute.org

L’argomento è di quelli tosti. Si tratta di ‘ergastolo ostativo’, quell’istituto che, a differenza del comune ergastolo, non consente benefici penitenziari. Negati quindi benefici come: i permessi premio, la liberazione condizionale, il lavoro esterno, la semilibertà e qualsiasi misura alternativa alla detenzione. Non è un assoluto, in quanto i detenuti potrebbero beneficiarne a condizione che, ai sensi dell’art. 58-ter o.p., collaborino con la giustizia.  La Corte costituzionale con un comunicato emesso il 15 aprile u.s. dichiara che l’ergastolo ostativo è anticostituzionale e rimanda la questione alle delibere in merito del Parlamento.

Leggi tutto...

La Cina popolare. Origini e percorsi del socialismo con caratteristiche cinesi. Diego Angelo Bertozzi

E-mail Stampa PDF

Bertozzi di Marco Pondrelli

Il libro di Bertozzi è un contributo importante che, giustamente, Vladimiro Giacché nella prefazione definisce ‘pregevole’ e ‘indispensabile’ [pag. 4], nonostante la pubblicistica sulla Cina sia migliorata rispetto a qualche anno fa, pur continuando ad essere pubblicati testi di scarso valore scientifico o palesemente e aprioristicamente anticinesi.

Leggi tutto...

Sentiment analysis: la guerra di tweet su Israele e la Palestina

E-mail Stampa PDF

gaza2di Francesco Galofaro e Marco Pondrelli

In riferimento all’attuale escalation della violenza in Israele e nella striscia di Gaza, abbiamo sondato gli utenti di twitter per analizzare il loro atteggiamento sulla questione. Come al solito, abbiamo selezionato i primi 200 tweet per influenza (i più ripresi, ri-twittati o che hanno generato più risposte). Il rislutato è in fig. 1. Per quanto riguarda la polarità dei messaggi, la maggioranza si concentra intorno al valore centrale (0); tuttavia, questo valore è la risultante dei forti contrasti tra scelte lessicali fortemente positive (come, ad esempio, “solidarietà”) e negative (“vittime civili”). A dircelo è il valore di soggettività, insolitamente alto – i messaggi con un valore di polarità intorno allo 0 di solito tendono all’oggettività. Così, paradossalmente, un messaggio apocalittico come “Finché i palestinesi continueranno a sostenere Hamas, che è uguale o che almeno strizza l'occhio a filosofie estreme come ISIS, di certo non potranno recitare la parte delle vittime e piangere se una pioggia di missili le colpirà appena decidono di attaccare”, scritto evidentemente da un maniaco del cinema d’azione, totalizza 0 sull’asse della polarità (come fosse espressione di un sentimento equilibrato) ma si attesta a 0,6 quanto al punteggio di soggettività, esprimendo un punto di vista decisamente schierato. In questa situazione, tanto i tweet a favore di Israele quanto quelli in solidarietà ai palestinesi popolano sia l’insieme dei messaggi a polarità positiva sia quello dei messaggi a polarità negativa, come dimostrano i rispettivi tag cloud (figg. 2 e 3). 

Leggi tutto...

Intervista del Prof. Antonio Fallico

E-mail Stampa PDF

vietnam skylinedi Demostenes Floros

Intervista del Prof. Antonio Fallico, Presidente dell’Associazione Conoscere Eurasia, Console Onorario della Federazione Russa in Verona, Presidente Banca Intesa Russia

Dopo il 13° Congresso del Partito Comunista del Vietnam, conclusosi lo scorso 1° febbraio con la conferma di Nguyen Phu Trong a Segretario Generale per il terzo mandato consecutivo, il 5 aprile, l’undicesima sessione della 14a Assemblea Nazionale del Paese ha eletto il Primo Ministro uscente Nguyen Xuan Phuc nuovo capo di Stato e Pham Minh Chinh, membro del Politburo, nuovo Primo Ministro: come giudica le condizioni politiche dalle quali ripartirà il paese?

Leggi tutto...

Bilancio dell'imperialismo guerrafondaio usa

E-mail Stampa PDF

Pentagono 672riceviamo e volentieri pubblichiamo

di Alessandro Pascale

da https://www.storiauniversale.it

«
Siamo un popolo di guerra. Noi amiamo la guerra perché siamo molto bravi a farla. In realtà, è l'unica cosa che possiamo fare in questo cazzo di paese: la guerra. Abbiamo avuto un sacco di tempo per fare pratica e anche perché è sicuro che non siamo in grado di costruire una lavatrice o una macchina che vale un coniglio da compagnia; per contro, se avete un sacco di abbronzati nel vostro paese, dite loro di stare attenti perché noi verremo a sbattere una bomba sul loro viso...». (George Carlin, comico statunitense)

Leggi tutto...

Più grande è la menzogna, meglio convincerà…

E-mail Stampa PDF

censuradi Maria Morigi

Così pensano i manipolatori di notizie. Non si fanno scrupolo a tagliare interviste, ignorare materiali probatori, trascurare la Storia, disconoscere leggi e regolamenti, dar credito a venditori di fake, far testimoniare personaggi appena poco fa sospetti di terrorismo, o antropologi evangelici illuminati che mai hanno messo piede in Xinjiang. 

Leggi tutto...

L’Europa terreno di manovra della strategia Usa-Nato

E-mail Stampa PDF

arteguerra dinuccidi Manlio Dinucci

da il manifesto 11 maggio 2021

La mobilità terrestre delle persone nell’Unione europea è stata paralizzata nel 2020 dai lockdown, principalmente in seguito al blocco del turismo. Lo stesso è avvenuto nella mobilità aerea: secondo uno studio del Parlamento Europeo (marzo 2021), essa ha subìto una perdita netta di 56 miliardi di euro e di 191.000 posti di lavoro diretti, più oltre un milione nell’indotto. La ripresa, nel 2021, si annuncia molto problematica. Solo un settore, in controtendenza, ha fortemente accresciuto la propria mobilità: quello militare.

Leggi tutto...

Pulizia etnica a Gerusalemme

E-mail Stampa PDF

gaza soldati israeledi Vincenzo Brandi

Da vari giorni giungono notizie di scontri a Gerusalemme tra la popolazione palestinese che protesta e polizia israeliana. L’avvenimento che ha innescato la protesta e gli incidenti è l’ennesimo tentativo delle autorità israeliane di cacciare dalle loro case famiglie palestinesi che vi abitavano da secoli. Chi scrive queste note ha assistito personalmente ad episodi di questo genere a Gerusalemme ed altre città della Palestina, come Hebron, dove coloni israeliani arroganti occupano case palestinesi protetti dalla polizia, esponendo poi bandiere israeliane e striscioni provocatori. Tutto ciò avviene nel quadro di una politica di pulizia etnica che dura da 70 anni e che ha già causato la cacciata di almeno la metà della popolazione palestinese, ridotta allo stato di profughi cui si vieta di tornare alle proprie case. Anche i contadini di intere zone, come la Valle del Giordano, sono cacciati sequestrando i loro pozzi d’acqua, tagliando milioni di ulivi, che sono la produzione più importante dell’agricoltura palestinese, o occupando terre con la scusa di “necessità militari”.  Sorgono dappertutto colonie israeliane nei territori ancora abitati da Palestinesi, e le zone palestinesi sono chiuse da reticolati e muri di cemento alti 9 metri.

Leggi tutto...

Xi Jinping e il marxismo

E-mail Stampa PDF

engelsriceviamo e volentieri pubblichiamo

di Daniele Burgio, Massimo Leoni e Roberto Sidoli

All’inizio del 2018 il compagno Xi Jinping, segretario generale del PCC, è tornato pubblicamente a valorizzare il ruolo insostituibile e la funzione altamente positiva svolta costantemente dal marxismo creativo, sia nella Cina contemporanea sia in tutto il globo intero: mentre buona parte della debole e confusa sinistra occidentale invece ritiene il materialismo dialettico un’anticaglia del passato e non si autodefinisce più neanche marxista, il leader del più popolato paese al mondo e della prima potenza economica del pianeta – a parità di potere di acquisto – non ha alcuna remora a esaltare la natura marxista del partito comunista cinese.

Leggi tutto...

L’11 maggio 1908 nasce Ludovico Geymonat

E-mail Stampa PDF

geymonatda https://www.facebook.com/pcilaforzadelpopolo/

nell'anniversario della nascita di Ludovico Geymonat proponiamo questo scritto che ne descrive la grande figura

Uno dei più grandi filosofi italiani del Novecento


Portò in Italia il pensiero scientifico europeo seppe dare al movimento comunista valore e rigore

Ludovico Geymonat, filosofo marxista, militante e dirigente comunista, è stato uno dei più grandi pensatori del Novecento. Accreditò un nuovo corso del pensiero filosofico e scientifico italiano guardando all' Europa che si era liberata dal pensiero idealista, attualista e storicista ancora dominante nel nostro paese attraverso l'opera di Benedetto Croce e Giovanni Gentile. A Geymonat venne assegnata la prima cattedra di filosofia della scienza, evento epocale, perché nel nostro paese erano stati pochissimi gli studiosi che si stavano misurando con questa disciplina. Una disciplina giovanissima, il cui effettivo inizio viene fatto risalire a poco più di un secolo fa - grazie alle nuove idee che si affermarono a partire dalla Vienna socialista e dalla Germania pre-nazista di Weimar e degli spartachisti - e che scaturirono dalla rivoluzione scientifica culminata con la teoria della relatività di Einstein (1915).

Leggi tutto...

Riflessioni sul genocidio come crimine definitivo

E-mail Stampa PDF

filospinato usaun interessante articolo che dimostra come, anche negli Stati Uniti, i dubbi sulla politica anti-cinese siano forti

di Alfred De Zayas e Richard Falk

da https://www.counterpunch.org

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

L'uso improprio della parola genocidio è dispregiativo nei confronti dei parenti delle vittime dei massacri armeni, dell'Olocausto, del genocidio ruandese - e anche un disservizio sia alla storia, sia al diritto, sia alla prudente condotta delle relazioni internazionali. Sapevamo già di essere alla deriva in un oceano di fake news. È molto più pericoloso scoprire che siamo anche a rischio di essere immersi nelle acque turbolente del "falso diritto". Dobbiamo reagire con un senso di urgenza. Un tale sviluppo non è tollerabile.

Leggi tutto...

Pagina 4 di 325