Dichiarazione di condanna della decisione degli Stati Uniti contro il Venezuela

E-mail Stampa PDF

venezuela socialista image 600x399Documento della Segreteria del World Peace Council (Consiglio Mondiale per la Pace)

Traduzione a cura del Comitato Contro La Guerra Milano

Il World Peace Council (WPC) condanna con fermezza la decisione del procuratore generale degli Stati Uniti, per conto dell'amministrazione statunitense, di annunciare accuse penali contro il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela e altri funzionari di alto rango, con il pretesto della loro presunta partecipazione al traffico internazionale di stupefacenti.

Il procuratore generale degli Stati Uniti minaccia di inserire la Repubblica Bolivariana del Venezuela nella lista degli Stati che “sponsorizzano il terrorismo”. Questa decisione dell'amministrazione USA non solo costituisce una nuova escalation di provocazioni, sanzioni e interferenze contro un Paese sovrano, ma dimostra anche l'approccio cinico e arrogante degli Stati Uniti, che stanno utilizzando il momento critico della pandemia di COVID-19 in tutto il mondo, per imporre ulteriori nuove sanzioni al Paese e al suo popolo.

Leggi tutto...

Proletari di tutti i paesi, unitevi! La mia esperienza nel fronte della gioventù comunista

E-mail Stampa PDF

2013 karl marx axel kohlhaas 21riceviamo da Pietro Missiaggia questo contributo sulla sua esperienza nel Fronte della Gioventù

Premessa

Questo articolo nasce dopo svariate riflessioni sul mio passato, presente e futuro politico. Molti compagni, amici, conoscenti ed interlocutori sono a conoscenza del mio passato nelle schiere giovanili di un partito autoproclamatosi marxista-leninista, dal quale, dopo alcuni mesi di militanza, sono uscito poiché non condividevo più certe idee che si stavano distaccando dal marxismo-leninismo per sfociare nel "sinistrismo moderno" . Nonostante la giovanile in questione si ritenesse e si ritenga tutt'ora una "avanguardia nella lotta al revisionismo nel movimento comunista internazionale", essa cade però nel più bieco revisionismo, nel dogmatismo e nelle fuorvianti e deleterie concezioni movimentiste sessantottine; sto parlando della giovanile del Partito Comunista di Marco Rizzo (la quale il giorno dopo la stesura di questa prefazione vedrò staccarsi da esso, per proseguire in via indipendente), il Fronte Della Gioventù Comunista. Ho pensato attentamente in questi ultimi giorni, mesi ed anni su come mettere in luce le mie esperienze in modo più obbiettivo ed agevole per il lettore, argomentandole secondo le basi espresse dai dirigenti che hanno forgiato la storia del movimento comunista mondiale. Questa tesi vuole concentrarsi in tre punti principali:

Leggi tutto...

Lezioni ideologiche dalla crisi del coronavirus

E-mail Stampa PDF

notoeuausterityda https://www.akel.org.cy

Articolo di Christos Christofides, membro dell'Ufficio Politico di AKEL

Tradotto da Lorenzo Battisti

Riprendiamo questo articolo apparso sul giornale di Akel perché pensiamo rappresenti un primo bilancio di questa crisi sanitaria che il mondo sta vivendo. A uccidere non è solo il virus, ma anche e soprattutto i letti mancanti, la mancanza di medici e infermieri, il denaro sperperato nelle strutture private. Invitiamo tutti i compagni alla lettura e alla diffusione.

Leggi tutto...

Il mondo di fronte al COVID-19: due sistemi a confronto

E-mail Stampa PDF

bandiere campi personedi Zeno Casella

da https://www.sinistra.ch

Da ormai varie settimane, insieme al COVID-19 (altrimenti noto come “coronavirus”), si sta diffondendo nel mondo una vera e propria emergenza sanitaria che sta mettendo a dura prova i sistemi di salute pubblica di un numero crescente di paesi. I governi devono dunque far fronte ad una crisi sanitaria cui non erano da tempo confrontati: inevitabilmente, la natura dei sistemi sociali toccati incide in profondità sulla natura delle risposte fornite a questa crisi. Come alcuni osservatori hanno già acutamente osservato (
leggi qui), anche in questo ambito si stanno progressivamente palesando due campi distinti, nei quali le priorità sociali e gli strumenti adottati per far fronte alla diffusione del “coronavirus” divergono in modo sostanziale. Da un lato, troviamo il campo socialista, capeggiato dal paese che per primo ha dovuto affrontare l’epidemia (la Cina); dall’altro, il campo che – a rischio di generalizzare un po’ – possiamo definire “imperialista”, che si trova suo malgrado a dover far fronte alle conseguenze di un fenomeno che ha esso stesso scatenato (la globalizzazione dei mercati e dei movimenti di merci e capitali, e conseguentemente anche di persone).

Leggi tutto...

Pandemia e infodemia, i nuovi mostri

E-mail Stampa PDF

coronavirusriceviamo e volentieri pubblichiamo

di Alba Vastano

da http://www.blog-lavoroesalute.org

… mentre la nostra routine quotidiana, fatta di lavoro, di corse, di traffico, di mercati, di megastore della globalizzazione ove tutto è possibile, di visite agli amici, di attese alle fermate dei bus, di visite ai musei, di cinema, di teatro, di ristoranti e di cappuccini al bar, di ore di letture nei parchi e di gite nei week end, di manifestazioni di piazza contro il governo ladro e di riunioni di partito, si è bruscamente interrotta a causa della pandemia, la nostra nuova vita da relegati in casa è corrosa dall’infodemia. Insomma siamo sotto scacco sia fuori che dentro casa, caduti in una trappola, che è come una megavoragine che si è aperta all’improvviso, mentre camminavamo per i fatti nostri, tranquilli e certi che nulla avrebbe modificato la nostra esistenza.

Leggi tutto...

Il segreto del successo cinese nella lotta contro il coronavirus: la società civile socialista

E-mail Stampa PDF

drago cina bandieradi Yuri Afonin, vice presidente del Comitato Centrale del Partito Comunista della Federazione Russa

da https://kprf.ru

Traduzione dal russo di Mauro Gemma per Marx21.it

Oggi è già evidente all'intero pianeta che per lottare contro l'epidemia di coronavirus occorre apprendere dalla Cina. I cinesi hanno dovuto combattere questo virus quando ancora non si sapeva quasi nulla, quando ancora non erano stati sperimentati metodi terapeutici. Ma ora le statistiche per la Cina dimostrano: l'epidemia è stata praticamente fermata, nuovi casi di portatori di virus sono quasi interamente cittadini cinesi che arrivano dall'estero o stranieri. I canali per la diffusione dell'epidemia all'interno del Paese sono bloccati. Ciò è in netto contrasto con la situazione nei principali paesi capitalisti: Stati Uniti, Francia, Germania, Spagna e soprattutto Italia, dove l'epidemia continua a crescere. Basti pensare che ad oggi il numero di decessi per coronavirus in Italia ha già raddoppiato il numero delle vittime della malattia in Cina, sebbene la popolazione italiana sia 23 volte inferiore!

Leggi tutto...

Per conto di chi? Salvini e la bufala del 2015 contro la Cina

E-mail Stampa PDF

salvinidi Francesco Santoianni

da https://www.lantidiplomatico.it

Raschia il fondo del barile la Lega presentando una 
interpellanza al Ministro degli Esteri invitandolo a chiarire subito con le autorità cinesi l'origine del Covid-19”. Il tutto basato su un servizio di TgR Leonardo, andato in onda il 16 novembre 2015 su Rai 3 che parlava di non meglio identificati ricercatori cinesi che avevano creato in laboratorio un super virus polmonare dai pipistrelli e topi”. 

Leggi tutto...

TG Duce

E-mail Stampa PDF

fake newsriceviamo e pubblichiamo

di Norberto Natali

A causa di un piccolo refuso, è caduta la “C” dal titolo della testata giornalistica del secondo canale RAI. È ormai noto l’incessante impegno contro i Partigiani, le frottole sulla storia del PCI, i lunghi comizi contro la Rivoluzione d’Ottobre e l’URSS, l’immancabile impegno “militante” contro tutte le forze e i paesi che non piacciono a USA e Israele. Invito, per esempio, a trovare sulla rete le stupide e volgari parole della giornalista (si fa per dire) Anna Mazzone sulla brigata cubana giunta in solidarietà a Crema.

Leggi tutto...

Avviso ai naviganti tra le ondate di coronavirus

E-mail Stampa PDF

coronavirusdi Bruno Steri

Il Presidente del Consiglio e il ministro dell’Economia dovrebbero meditare su quanto ha recentemente osservato Andrea Del Monaco, consulente sull’utilizzo dei fondi Ue nonché comunista. Per rispondere all’emergenza virus, la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha attivato la clausola di salvaguardia che “sospende le procedure del Patto di stabilità e crescita”. Con ciò gli Stati membri sono temporaneamente esentati dal mantenere il pareggio strutturale di bilancio previsto dalle regole Ue. Cioè: quest’anno potranno emettere più debito.                                                             

Leggi tutto...

L’umanità verso lo schianto

E-mail Stampa PDF

crisi economica grungedi Filippo Violi

da https://zonadidisagio.wordpress.com

Stazione Terra, marzo 2020. In fila come soldati, con mascherine modello antigas e carrelli vuoti puntati dritti  verso l’entrata.  Attratti da telefonini, coviamo dati, notizie fresche, video, messaggi cifrati, condivisi in comunità virtuali, ordini e dispositivi dall’alto. Ore 08.45, allineati in zona rossa, delimitati da filo spinato, stabiliamo un limite astratto invalicabile.

Niente sfugge all’attenzione, i contagiati aumentano, un invasione di ultra-corpi, di replicanti invade le nostre coscienze raggrinzite, mettendo in pericolo le nostre vite, le nostre tasche, i nostri conti correnti bancari. E noi freddi, come calcolatori matematici, siamo i boia sul patibolo, pronti a giustiziare il malcapitato di turno, in seduta stante. Colui che trasgredisce le regole “del gioco”  stabilite senza ingaggio. Regole nate per suddividere gli spazi, per diluire i tempi, per frazionare la mobilità, per gestire l’emergenza nei presidi ospedalieri, per rimettere su, di tutta fretta, i posti letto sottratti negli stessi padiglioni ospedalieri, ora decrepiti, per incasellare i morti caduti in battaglia e lasciare agonizzanti, in quarantena, i procacciatori di pane, dal fiuto quotidiano. Mentre le linee di produzioni non si fermano, non si arrestano, non indietreggiano di un solo millimetro, e gli operai, a rischio contagio, sempre a  lavoro.

Leggi tutto...

Emiliano Brancaccio: "E' una crisi diversa dalle altre. Keynes non basta, serve una logica di piano"

E-mail Stampa PDF

Brancaccio Emilianoda https://www.lantidiplomatico.it

Per l’economista sono già sconfessate le previsioni ottimistiche della BCE, secondo cui questa sarebbe una crisi “a forma di v”, con una breve caduta e poi subito una ripresa spontanea. E riguardo al fondo salva-stati dice: “non è la soluzione, è una trappola”. Ma non basta nemmeno invocare un rilancio della domanda. Un piano “anti-virus” è l’unica strada efficace per risolvere la “disorganizzazione” dei mercati e combattere la speculazione. 

“Il coronavirus rischia di condizionare le nostre vite più e peggio di quanto fece l’aids un trentennio fa. Se vogliamo difendere le nostre conquiste e i nostri diritti di libertà, dobbiamo comprendere che siamo dinanzi a una sfida colossale, che contemporaneamente investe la sanità, la scienza e la tecnica e l’economia. Per il momento siamo lontanissimi da una presa di coscienza. I policymakers  sembrano ragionare con lo sguardo rivolto all’indietro, come se non avessero il coraggio di guardare avanti e indicare soluzioni all’altezza di questa tragedia epocale”. L’economista Emiliano Brancaccio denuncia all'AntiDiplomatico l’inadeguatezza dell’azione politica di fronte agli effetti dell’epidemia e lancia un appello sul Financial Times per un “piano-anti-virus”.   

Leggi tutto...

Un anno di Guaidò

E-mail Stampa PDF

venezuela maduro fotodi Ângelo Alves, Commissione politica del Partito Comunista Portoghese (PCP)

da http://avante.pt

Traduzione di Marx21.it

Il 23 gennaio 2019, Juan Guaidó si autoproclamava "presidente" del Venezuela, un nuovo passo nella già lunga cospirazione dell'imperialismo per piegare il Venezuela bolivariano e riguadagnare il controllo sul paese e sulla sua immensa ricchezza. L'anno 2019 ha dimostrato bene chi agisce come la mano dell'amministrazione statunitense e ha svelato il suo carattere golpista, criminale, corrotto, anti-patriottico e fascista, esattamente come quello dei suoi mandanti.

Leggi tutto...

La lettera pubblica redatta dalla direzione centrale del Forum in Serbia

E-mail Stampa PDF

nato nobelCari amici di fronte alla “incredibile” e vergognosa notizia della proposta di conferire il premio Nobel per la Pace alla più aggressiva e sanguinosa alleanza militare internazionale dal 1945 ad oggi, come Forum Belgrado per un Mondo di Eguali Italia, come Centro di Iniziative per la Verità e la Giustizia e come Associazioni di Solidarietà “SOS Yugoslavia” e “SOS Kosovo Metohija”, ci associamo e sosteniamo la lettera pubblica redatta dalla direzione centrale del Forum in Serbia, rendendoci disponibili ad eventuali iniziative pubbliche di denuncia di questo vero e proprio misfatto e insulto al valore della parola PACE. 

Enrico Vigna portavoce del Forum Belgrado Italia, presidente di SOS Yugoslavia-SOS Kosovo Metohija

Leggi tutto...

Il marxismo e Hegel: contraddizione e temporalità

E-mail Stampa PDF

giacché hegelpubblichiamo in esclusiva uno stralcio del nuovo libro di Vladimiro Giacché, Hegel, La dialettica, Diarkos 2020, pp.105 sgg.

Nel secondo Ottocento l’interpretazione del metodo hegeliano secondo la quale la dialettica, e in particolare il concetto di contraddizione, vanno letti in termini temporali e non logici diviene prevalente e finisce per essere condivisa sia dai seguaci che dai critici di Hegel. In base a questa lettura le contraddizioni emergono e si risolvono nel tempo, dando vita a nuove formazioni sia naturali che storiche. Così lo storico della filosofia 
Kuno Fischer (1824-1907) può affermare che Hegel “è il filosofo del XIX secolo, infatti è il filosofo della teoria dell’evoluzione”[1], mentre un critico di Hegel come Friedrich Nietzsche (1844-1900) scrive addirittura che “senza Hegel non ci sarebbe Darwin”[2]. Si tratta di un’evidente forzatura del pensiero hegeliano, se pensiamo che Hegel non soltanto affermò esplicitamente che la dimensione dello sviluppo nel tempo era estranea al mondo naturale, ma ravvisò precisamente in questa fissità del mondo naturale uno dei motivi di inferiorità della natura stessa nei confronti del mondo storico-sociale.

Leggi tutto...

Geraldina Colotti: Cina, Cuba, Venezuela: anticorpi solidali contro il virus

E-mail Stampa PDF

cuba medicidi Geraldina Colotti

da https://www.lantidiplomatico.it

Quella del convoglio militare che trasporta i cadaveri infetti fuori dalla città di Bergamo, è forse l’immagine più emblematica della tragedia provocata dal coronavirus. 

Quelle 67 bare erano dirette ad altri forni crematori fuori dalla regione, perché la città può cremarne solo 26 al giorno.

E il numero dei decessi aumenta quotidianamente. I morti sono già oltre 3.405, un numero superiore a quelli registrati in Cina. Con oltre oltre 100.000 casi di coronavirus e 4.752 decessi, l’Europa è il continente più colpito dalla pandemia, davanti all’Asia (94.253 casi di cui 3.417 vittime).

Leggi tutto...

Il fascismo del XXI secolo non passerà!

E-mail Stampa PDF

urss bandiera anzianoAppello del Partito Comunista della Federazione Russa ai Partiti Comunisti di tutto il mondo

da https://www.solidnet.org

Traduzione di Marx21.it

Il 16 marzo 2020, in una dimostrazione di solidarietà comunista internazionalista, l’organizzazione di Mosca del Partito Comunista della Federazione Russa (PCFR) ha picchettato l'ambasciata lettone in segno di protesta contro i tentativi delle autorità lettoni di glorificare i collaborazionisti baltici con i fascisti

Leggi tutto...

Coronavirus Italia: dopo Cina e Cuba aiuti dalla Repubblica socialista del Vietnam

E-mail Stampa PDF

vietnam skylinedi Giulio Chinappi

da https://www.ancorafischiailvento.org

Come la Cina e Cuba, anche il Vietnam è intervenuto a sostegno della crisi sanitaria che sta colpendo l’Italia. Intanto, però, mezzo milione di tamponi prodotti da un’azienda di Brescia sono finiti negli Stati Uniti su un volo militare.

HỒ CHÍ MINH CITY – In questi giorni abbiamo avuto modo di sottolineare numerose volte i differenti atteggiamenti che i Paesi stanno assumendo per affrontare la crisi sanitaria globale legata alla pandemia del nuovo coronavirus (COVID-19). I Paesi socialisti si stanno ancora una volta dimostrando all’avanguardia nella solidarietà internazionale, mettendo a disposizione degli Stati più colpiti le proprie conoscenze e le proprie risorse umane e materiali. È proprio quello che stanno facendo la Cina e Cuba, che non hanno fatto mancare il proprio sostegno all’Italia in questa fase di criticità.

Leggi tutto...

Emergenze in ordine di priorità

E-mail Stampa PDF

decrescita economiadi Francesco Cappello

Emergenza 1

Come dice Nino Galloni: 

Il virus contagia tutti, giovani e anziani, ovvero anche l’80% della popolazione ma i sintomi si manifestano nell’1 per mille e poco più. Di questi, in Italia parliamo di 600.000 casi, il 10% ha bisogno di cure; quando il governo realizza che non ha 60.000 posti in ospedale e l’incognita è il numero di quelli che morirebbero soffocati senza cure appropriate, scatta l’allarme politico sociale. Ha fatto così nel giro di pochi giorni la Germania, e Francia idem. Rallentando il contagio si salvano vite, anche di giovani ma i tempi della guarigione sono più lunghi di quelli dell’incubazione e del passaggio dai primi sintomi (di tipo influenzale) a quelli specifici, urgenti e gravissimi: quindi si dovrebbe lavorare non solo sul contenimento del contagio ma anche sul rafforzamento di chi ha sintomi iniziali onde evitare che il virus passi dalle prime vie aeree ai polmoni. Questo è strategico!

Leggi tutto...

«Il Mes come un “fondo Coronavirus”? Attenzione, è una trappola»

E-mail Stampa PDF

thomas fazidi Alessio Mannino

da https://www.vvox.it

L’economista Fazi: «La Lagarde non ha fatto alcuna gaffe. Il pericolo è il commissariamento». I veri poteri della Bce e il meccanismo di finanziamento del debito spiegati bene

Leggi tutto...

Pagina 8 di 289