Appello dei legali No Tav sul ferimento di Giovanna

E-mail Stampa PDF

notav1riceviamo e volentieri pubblichiamo

Indipendentemente da quello che sarà l'esito delle indagini relative al ferimento di Giovanna Saraceno, gli scriventi di questo appello, tutti avvocati che hanno avuto modo di seguire alcuni processi relativi a scontri in Val di Susa tra manifestanti NoTav e le Forze dell'Ordine, non possono non evidenziare quanto segue. 

Leggi tutto...

Ordine Usa contro la Russia: Italia sull’attenti

E-mail Stampa PDF

dinucci nato russiadi Manlio Dinucci

da il manifesto 20 aprile 2021

Il ministro degli Esteri Di Maio e il ministro della Difesa Guerini sono stati convocati d’urgenza al quartier generale della Nato a Bruxelles, per una riunione straordinaria del Consiglio Nord Atlantico il 15 aprile: il giorno stesso in cui, a Washington, il presidente Biden firmava l’«Ordine esecutivo contro le dannose attività estere del governo russo».

Leggi tutto...

Xinjiang: quello che l'Occidente non vi dice sulla guerra al terrorismo della Cina

E-mail Stampa PDF

xijinping conferenzadi Weijian Shan

da https://www.scmp.com

Traduzione di Marco Pondrelli per marx21.it

Nel 2002, gli Stati Uniti e l'ONU hanno entrambi dichiarato un gruppo militante uiguro un'organizzazione terroristica. Gli Stati Uniti allora consideravano la Cina un partner nella guerra al terrorismo

Quando l'amministrazione Trump ha cancellato l'East Turkestan Islamic Movement, ha permesso all'Occidente di inquadrare le misure antiterrorismo della Cina come persecuzione etnica

Leggi tutto...

Thomas Sankara, rivoluzionario e antimperialista

E-mail Stampa PDF

sankaradi Alberto Ferretti

da https://www.ottobre

Il 30 ottobre 2014 decine di migliaia di manifestanti invadevano le strade delle città del Burkina Faso, assaltando il parlamento e i palazzi del potere per rovesciare il governo del presidente Blaise Compaoré. Ad accendere la miccia, il progetto di revisione costituzionale che avrebbe accordato a Compaoré la possibilità di ripresentarsi per un altro mandato presidenziale, dopo 27 anni di ininterrotto potere. Dopo giorni di forti scontri e proteste, Compaoré si vedeva obbligato alle dimissioni per poi darsi alla fuga;  veniva esfiltrato in extremis dal paese dalle forze speciali francesi, trovando rifugio in Costa d’Avorio, mentre le piazze festeggiavano la sua caduta inneggiando a Thomas Sankara[1].

Leggi tutto...

Un tributo a RAMSEY CLARK: un grande americano, un nobile uomo, un grande combattente per la pace, la giustizia e l’amicizia trai popoli ci ha lasciato.

E-mail Stampa PDF

clarkdi Enrico Vigna

“ La misura della vostra qualità come persone pubbliche, come cittadini, sta nella differenza tra ciò che fate e ciò che dite”.
            Ramsey Clark

Il 9 aprile 202, un indomabile e incorruttibile combattente per la pace, la verità, la giustizia e l’amicizia tra i popoli se ne è andato, lasciando un vuoto che non sarà facile colmare per le battaglie dei popoli oppressi, degli umili e degli ultimi nel mondo e negli Stati Uniti.

Leggi tutto...

L'alternativa cinese

E-mail Stampa PDF

bambini pccdi Alessandro Pascale

da Storiauniversale.it.

È terminata la pubblicazione dei contenuti riguardanti la storia degli Stati Uniti, ossia i capitoli 13 e 14 della Storia del Comunismo, raccolti in un'unica sezione reintitolata TOTALITARISMO E IMPERIALISMO DEGLI USA

Dovrebbe seguire ora il capitolo 15, dedicato alle vicende dell'Europa orientale, ossia alle vicende dei paesi socialisti formatisi nel secondo dopoguerra (1945-48) e sopravvissuti fino alla dissoluzione dell'URSS (1989-91). Lasciamo per ora in sospeso la questione, non perché non sia necessario sfatare molteplici miti anche in questa storia, ma per l'urgenza politica che pone la questione cinese.

Leggi tutto...

Uno stato marxista orientale per eccellenza: una recensione del libro di A.B. Abrams’ Immovable Object: North Korea’s 70 Years at War with American Power

E-mail Stampa PDF

coreadi Stephen Gowans

da https://gowans.blog

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

Alla vigilia della prima guerra mondiale, e per molti anni ancora, la maggior parte dell'umanità era in balia di una manciata di grandi potenze: Gran Bretagna, Francia, Russia e le nascenti potenze di Stati Uniti, Giappone e Germania. Queste nazioni autoproclamate elette e sedicenti modelli per l'umanità, godevano di una prosperità senza pari come prodotto della loro spoliazione spietata dei nove decimi dell'umanità, resa possibile dalla loro supremazia militare e industriale.

Leggi tutto...

Sentiment analysis sull’escalation militare in Donbass

E-mail Stampa PDF

galofaro donbass2di Francesco Galofaro e Marco Pondrelli

Questa settimana abbiamo analizzato la comunicazione degli utenti di Twitter per sondare gli umori circa la nuova escalation militare nel Donbass. Come sempre, al grafo riassuntivo dei valori di polarità e di soggettività dei tweet (fig. 1) associamo i wordcloud dei tweet positivi (fig. 2) e negativi (fig. 3), in modo da favorire l’interpretazione dei nostri lettori. Abbiamo impiegato l’hashtag #Donbass e selezionato i 200 tweet con maggiore impatto in termini di rilanci, interazioni e like.

Leggi tutto...

Sovranismo, Patria e marxismo

E-mail Stampa PDF

bandierine italiariceviamo e pubblichiamo

di Gery Bavetta

Quante volte abbiamo sentito dire che i concetti di Nazione e quello di Patria, la difesa dello Stato sovrano e dei confini, così come la salvaguardia della cultura e dell'identità di un popolo siano valori di destra?

Leggi tutto...

Ci sarà l'attacco in forze ucraino al Donbass?

E-mail Stampa PDF

Donetsk to mar 004di Fabrizio Poggi

da https://www.lantidiplomatico.it

Il paragone che più ricorre in questi giorni, allorché gli osservatori esaminano le ipotesi di attacco in forze ucraino alle Repubbliche popolari del Donbass e della eventuale risposta russa, è quello del “08.08.'08”, quando 
Mikhail Saakašvili attaccò l'Ossetia meridionale, ma la sua avventura fu rintuzzata in cinque giorni dalla 58° armata russa. Tredici anni fa, l'ex presidente georgiano e poi profugo ucraino, aveva ricevuto le assicurazioni sull'appoggio yankee, che poi non arrivò; oggi, il presidente ucraino Vladimir Zelenskij, si dice forte del sostegno di Joe Biden, per “la riconquista” del Donbass.

Leggi tutto...

Ucraina, bomba Usa in Europa

E-mail Stampa PDF

ucrainadi Manlio Dinucci

da il manifesto 13 aprile 2021

Caccia F-16 Usa, inviati dalla base di Aviano, sono impegnati in «complesse operazioni aeree» in Grecia, dove ieri è iniziata l’esercitazione Iniochos 21. Essi appartengono al 510th Fighter Squadron di stanza ad Aviano, il cui ruolo è indicato dall’emblema: il simbolo dell'atomo, con tre fulmini che colpiscono la terra, affiancato dall’aquila imperiale. Sono dunque aerei da attacco nucleare quelli impegnati dalla US Air Force in Grecia, che ha concesso nel 2020 agli Stati uniti l’uso di tutte le sue basi militari.

Leggi tutto...

Vladimir Kršljanin: Il nobile combattente, Ramsey Clark (1927-2021)

E-mail Stampa PDF

clark milosevicdi Vladimir Kršljanin

da https://milosevic.co

Traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

il 9 aprile è morto a New York Ramsey Clark, lo ricordiamo con le parole di Vladimir Kršljanin Segretario del Comitato Internazionale "Slobodan Milošević"

Ramsey Clark, co-presidente del Comitato Internazionale "Slobodan Milošević" si è spento ieri sera a New York a 93 anni.

Leggi tutto...

Colonialismo digitale - Le multinazionali Big Tech e il Sud Globale

E-mail Stampa PDF

backlit keyboard 100672329 largedi Michael Kwe, ROAR Magazine

da https://www.meltingpot.org

Proponiamo la traduzione a cura di Globalproject.info di questo articolo di Michael Kwet - originalmente pubblicato da ROAR Magazine - sul dominio globale delle multinazionali dell’alta tecnologia, che mostra come - in un contesto capitalista - la digitalizzazione sia legata a un estrattivismo insostenibile e al rafforzamento di una divisione del lavoro altamente ineguale tra Nord e Sud del mondo.

Nel 2020, i miliardari si sono arricchiti a dismisura. Il patrimonio personale di Jeff Bezos è cresciuto da 113 a 184 miliardi di dollari. Elon Musk ha per poco eclissato Bezos con un aumento di patrimonio di 27 miliardi di dollari, che l’ha portato a possederne 185 miliardi. Per i capitalisti alla testa delle multinazionali Big Tech, è stato un anno da favola.

Leggi tutto...

La grande battaglia per la difesa della salute comincia dalla gestione dei vaccini

E-mail Stampa PDF

italia puzzlericeviamo da Aginform e pubblichiamo

Contro la demagogia della destra e per denunciare le responsabilità dei liberisti sui vaccini. Un appello alla mobilitazione unitaria di chi vuole combattere contro la logica privatistica, per una sanità pubblica ed efficiente e per raccogliere la sfida posta dal governo della finanza e dei militari.

Leggi tutto...

La favola del “Genocidio” in Xinjiang

E-mail Stampa PDF

Xinjiangdi Maria Morigi

L'Assemblea generale delle Nazioni Unite Il 9 dicembre 1948 adottò, con risoluzione 260 A (III), la Convenzione per la prevenzione e la repressione del delitto di genocidio. L'articolo II della Convenzione definisce esplicitamente il genocidio nell'ambito del diritto internazionale: «Per genocidio si intende ciascuno degli atti seguenti, commessi con l'intenzione di distruggere, in tutto o in parte, un gruppo nazionale, etnico, razziale o religioso, come tale: 1- Uccisione di membri del gruppo; 2- Lesioni gravi all'integrità fisica o mentale di membri del gruppo; 3- Imposizione di condizioni di vita intese a provocare distruzione fisica, totale o parziale del gruppo; 4- Misure miranti a impedire nascite all'interno del gruppo; 5- Trasferimento forzato di minori da un gruppo ad un altro»

Leggi tutto...

Ancora una volta, Washington salta alle conclusioni sulle schermaglie Ucraina-Russia

E-mail Stampa PDF

carro donbassun articolo che rivela il dibattito interno al gruppo dirigente statunitense

di Anatol Lieven

da https://responsiblestatecraft.org

Tradotto da Marco Pondrelli per Marx21.it

La reazione iniziale dei funzionari dell'amministrazione Biden all'ultimo scontro tra le truppe ucraine e le milizie filorusse (o i soldati russi che servono come milizie) in Ucraina orientale esemplifica un modello molto pericoloso nel comportamento degli Stati Uniti e dell'Occidente: credere a qualsiasi cosa ci dica la "nostra" parte in una data crisi, automaticamente, e senza controllare i fatti. 

Leggi tutto...

Covid un anno dopo: l’Italia non si è fermata… il virus neanche

E-mail Stampa PDF

coronavirusda https://www.ottobre

Esattamente un anno fa, nel marzo/aprile 2020, l’Italia si ritrovava in pieno 
lockdown, costretta, prima tra i paesi occidentali, a far fronte alla pandemia di Covid-19 esplosa a partire dalla sua regione più popolosa, la Lombardia. Lockdown imposto da circostanze più che eccezionali che si protraeva fino a fine maggio, benché osteggiato in ogni modo dagli ambienti economici e industriali e sopportato con insofferenza dal ceto politico. Col diminuire dei casi vi fu quindi la riapertura, scomposta e affrettata, cui si aggiungeva l’incapacità ad effettuare un’efficace opera di tracciamento e isolamento; di conseguenza, i contagi hanno iniziato logicamente a risalire dopo l’estate.

Leggi tutto...

Pagina 7 di 325