Italia

Emergenza sanitaria e crisi economica: intervista a Marco Rizzo (PC)

E-mail Stampa PDF

rizzoIntervista per Marx21.it al Segretario generale del Partito Comunista Marco Rizzo. 

A cura di Francesco Fustaneo e Alessandro Pascale

- Segretario Rizzo, è lecito dire che i paesi socialisti abbiano saputo affrontare meglio la gestione della pandemia rispetto ai paesi occidentali? Da cosa dipende tale fenomeno?

Io direi non solo che è lecito dirlo, ma che doveroso, che è sotto gli occhi di tutti.

Partiamo ad esempio da quella piccola isola popolata da 11 milioni di abitanti che è Cuba.

Leggi tutto...

Di scivoloni e d’altri inciampi. Il caso Wu Ming e l’ironia della storia

E-mail Stampa PDF

bandiera italiana con la copia della costituzione2ringraziamo Alessandro Pascale per la segnalazione

da http://www.militant-blog

Ci dicono che i Wu Ming abbiano preso il consueto granchio rossobruno. Capita anche ai migliori. Ne prendessero anche altri dieci, non ci sogneremmo mai di additarli alla pubblica vendetta in quanto rossobruni. Figuriamoci: sono compagni, con cui magari condividiamo ormai poco. Il problema è che per un decennio si sono intestati il ruolo di censori morali della sinistra non allineata. A cosa, non si capisce bene, visto che l’eclettismo la fa da padrone: soprattutto Foucault, un po’ di Zizek, tanta italian theory. L’importante, come detto, è stato marchiare di rossobrunismo tutto ciò che valicava il confine del rispettabile. Ovviamente, come ogni processo politico-culturale di questo tipo (e di questi tempi), l’operazione wuminghiana si è inserita su di un fenomeno esistente, sebbene dalle proporzioni notevolmente accresciute ad arte dagli accusatori: il rossobrunismo esiste effettivamente, ed è andato espandendosi in questi anni. Eppure, si trattava e si tratta soprattutto di un fenomeno marginalissimo e unicamente virtuale. Innalzarlo a problema decisivo dei nostri tempi, almeno a sinistra, ha fatto parte di un’operazione di costruzione del nemico utile, attraverso cui definire i campi dell’amicizia e dell’inimicizia.

Leggi tutto...

Perche’ “hanno” fatto ammazzare Moro?

E-mail Stampa PDF

bandiera rossariceviamo e pubblichiamo

di Norberto Natali

Nel periodo pandemico, il comparaggio di centrosinistra e centrodestra è venuto un po’ troppo alla ribalta, hanno detto e fatto le stesse cose per poi rinfacciarsele reciprocamente, come se fossero solo dell’altro. 

Per dirne una (fra tante) lo stesso giorno di fine febbraio Salvini ha fatto una roboante dichiarazione pretendendo la immediata riapertura di ogni attività mentre Zingaretti e Sala… hanno fatto a Milano addirittura una manifestazione pubblica per reclamare lo stesso. Dopo qualche settimana, molti adepti del PD, hanno diffuso su fb il filmato di quel discorso di Salvini attaccandolo duramente, come irresponsabile demagogo.

Leggi tutto...

Veltroni colpisce ancora. Ovvero l’ignoranza della storia genera mostri

E-mail Stampa PDF

famiglia cervidi Angelo d’Orsi

da http://temi.repubblica.it

Allora, il fatto è noto, almeno in cerchie dell’antifascismo. In un programma televisivo (“Le Parole”), il conduttore, Massimo Gramellini, giornalista, divenuto poi narratore di successo e anche intrattenitore del piccolo schermo, in occasione del 75esimo del XXV Aprile, non trova di meglio che intervistare Walter Veltroni. A cui dopo l’introduzione di rito (perché è così difficile per una parte del Paese accettare l’idea che la data della Liberazione costituisca una ricorrenza condivisa, un punto fermo nella identità nazionale della Repubblica) pone la domanda, ossia se non sembri all’illustre ospite (in collegamento…) che quella festa sia importante e che ogni cittadino di questa nazione dovrebbe sottoscriverla, senza polemiche fuori luogo. Ebbene l’intervistato annuisce gravemente, come se stesse facendo una importante concessione all’intervistatore. E ammette, che sì, il 25 aprile 1945 va ricordato e festeggiato, dal popolo italiano, non dimenticando però “la tragedia delle foibe”, su cui come per il 25 aprile non c’è il necessario unanime consenso. 

Leggi tutto...

La linea del fronte

E-mail Stampa PDF

renziRiceviamo con richiesta di pubblicazione

di Centro Promotore per un Fronte Politico Costituzionale

da http://www.aginform.org

Come organizzare la lotta contro la destra e i liberisti nel periodo del coronavirus e della crisi economica

Sulla questione della lotta al virus e alle sue conseguenze economico-sociali si sta conducendo nel nostro paese una grande battaglia tra le forze in campo. Da una parte la destra politica e l'ampio ventaglio dei liberisti diversamente collocati e dall'altro coloro che tendono a garantire la salute dei cittadini e ad esigere provvedimenti economici a favore dei lavoratori e dei cittadini colpiti dalla crisi.

Leggi tutto...

La fake news dei contagi in Germania diffusa anche da "il controllore" Martella

E-mail Stampa PDF

martella fakeda https://www.lantidiplomatico.it

la Redazione

Sarebbe davvero interessante sapere come opera e con che strumenti il famigerato gruppo di debunker scelti dal sottosegretario 
Martella per "vigilare" sulle fake news sul Coronavirus.

E’ rimasto tutto oscuro fino adesso ma oggi abbiamo almeno una risposta su chi ha e avrà licenza di diffondere bufale con immunità totale. Non è che avessimo molti dubbbi, dato che sono sempre gli stessi che negli ultimi trent’anni hanno reso virali le bufale più incredibili soprattutto quando c'erano da coprire guerre, colpi di stati e distruzione di stati sovrani.

Leggi tutto...

Le nomine del governo in tempo di pandemia

E-mail Stampa PDF

italia puzzledi Gregorio de Falco

da https://www.facebook.com

pubblichiamo un breve ma efficace commento di Gregorio de Falco sulle recenti nomine del governo

Mentre la pandemia ancora affligge il Paese avendolo investito a macchia di leopardo, ed al Nord miete ancora centinaia di vite al giorno, mentre alcune Regioni entrano in tensione tra loro ed anche con il Governo in taluni casi, rischiando di provocare gravi lacerazioni, ai limiti del dettato costituzionale, e si avverte forte la crescente sofferenza della popolazione, oggi sarà presentata la lista di nomi per le cariche di vertice delle maggiori aziende pubbliche partecipate. Mentre le Regioni si accusano tra di loro di essere prone agli interessi degli industriali, sotto la copertura mediatica del Covid-19 si fanno le grandi spartizioni fameliche dei partiti, nella penombra e senza alcuna coerenza politica.

Leggi tutto...

Con la Resistenza, contro il revisionismo

E-mail Stampa PDF

secchia pietroMarx21 augura buon 25 aprile ai suoi lettori riproponendo un contributo di Sergio Ricaldone del 2015, contributo che, anche alla luce della famigerata risoluzione del Parlamento europeo che equipara nazismo e comunismo, rimane incredibilmente attuale. Questo testo è l'introduzione che Ricaldone fece ad un convegno organizzato a Torino da "Nuovi Partigiani della Pace", nel quale ricorda la figura di Pietro Secchia grande dirigente comunista e grande antifascista.

di Sergio Ricaldone

LA RESISTENZA ACCUSA - Pietro Secchia antifascista, partigiano, comunista, Torino, 16 aprile 2005

Nel 70° anniversario della vittoria del movimento di Liberazione in Italia, ci sembra doveroso ricordare una dei dirigenti comunisti che più hanno contribuito all'organizzazione della Resistenza partigiana. Lo facciamo proponendo il pregevole intervento che l'indimenticabile compagno Sergio Ricaldone pronunciò nel corso del convegno organizzato a Torino da "Nuovi Partigiani della Pace", il 16 aprile 2005.

Leggi tutto...

Alessandro Di Battista: “L’Italia deve dire no al Mes. Senza di noi la Ue si scioglie” – L’intervento sul Fatto Quotidiano

E-mail Stampa PDF

cina italia bandierepngdi Alessandro Di Battista

da https://www.ilfattoquotidiano.it

Alessandro Di Battista è intervenuto su 'il fatto quotidiano'. Pur non condividendo tutte le affermazioni contenute nell'articolo apprezziamo la volontà di rafforzare la cooperazione con la Cina, un tema su cui la politica italiana deve confrontarsi, cosciente del fatto che i tempi stanno cambiando. Se per arrivare a Palazzo Chigi è necessario 'baciare pantofole a Washington', per governare l'Italia questo non basta più.

Caro direttore,

l’emergenza COVID-19 e l’inconsistente reazione dell’Europa – sopratutto se paragonata agli interventi economici cinesi, britannici e nordamericani – ha trasformato in euroscettici anche i più ferventi fanatici dell’Unione. Tuttavia non vi è nulla di puro nelle loro conversioni. Politici e commentatori senza spina dorsale seguono il vento e prendono posizione solo dopo aver letto l’ennesimo sondaggio commissionato e, spesso, pagato con denaro pubblico. Oggi, per la stragrande maggioranza degli italiani, l’Unione europea è un’organizzazione inutile per non dire dannosa. Per questo una schiera di sepolcri imbiancati da sempre trombettieri del sistema inizia a usare termini che fino a poche settimane fa utilizzavano solo quelli che lorsignori accusavano di populismo.

Leggi tutto...

Coronavirus: disastro Piemonte, una nave in tempesta con i comandanti sottocoperta

E-mail Stampa PDF

coronavirusriceviamo e pubblichiamo

di Enzo Pellegrin

Persino la stampa mainstream non può più nascondere la situazione grave dell’epidemia in Piemonte. 

Piemonte, malato d’Italia”, è la titolistica più frequente. I dati conferiscono alla regione subalpina il secondo posto nazionale per numero di contagi. Secondo i dati diffusi dalla protezione civile nazionale il 16 aprile ci sono 13783 persone positive, mentre in Emilia Romagna ci si ferma a 13663. Nel bollettino diffuso dall'Unità di crisi si annuncia che sono 19mila e 261 persone finora risultate positive al “Covid-19” in Piemonte, più 815 complessivi rispetto a mercoledì. La provincia di Torino registra un escalation di contagi dall'inizio dell'emergenza, 420 in un solo giorno, mentre non calano di giorno in giorno le persone decedute, portando alla funesta cifra di 2146. “Il 60 per cento dei casi sono riscontrati nelle case di riposo dove sono state segnalate forti criticità e presenza di pazienti sintomatici, mentre il restante 40 per cento riguarda il resto della popolazione piemontese” precisano sempre dall'Unità di Crisi.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 136