Internazionale

Le conseguenze strategiche dello stato di emergenza del Myanmar: Il Quad contro Cina e Russia?

E-mail Stampa PDF

caccia decollodi Andrew Korybko

da http://oneworld.press

traduzione di Marco Pondrelli per Marx21.it

La situazione in Myanmar è molto delicata. Questo articolo tenta un'analisi alla luce dello scontro che si sta consumando fra la Cina e gli stati del Quad (USA, India, Giappone e Australia)

Riassunto

Il Myanmar è entrato per un anno in uno stato di emergenza dopo che l'esercito ha arrestato i leader della Lega Nazionale per la Democrazia (NLD), precedentemente al potere, in seguito al loro rifiuto di indagare seriamente sulle accuse di frode, da parte dei militari, delle contestate elezioni dello scorso novembre. Descritto come un "colpo di stato" dai media internazionali, nonostante sia tecnicamente in linea con l'articolo 417 della Costituzione del 2008, ha già attirato un'ampia condanna da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati, compresi quelli del Quad come la vicina India. Questo pone le basi per riportare temporaneamente il Myanmar al suo precedente status di paria regionale, durante il quale ci si aspetta che lo stato del sud-est asiatico venga a dipendere più pesantemente da Cina e Russia. Queste due grandi potenze cercheranno di stabilizzare il paese a sostegno della sua transizione politica verso nuove elezioni tra dodici mesi, mentre l'ex coalizione di stati sostenuti dagli americani cercherà di minarlo.

Leggi tutto...

La carriera di Biden

E-mail Stampa PDF

Bidendi José Goulão

da https://www.abrilabril.pt

Traduzione di 
Marx2.it

Di un ampio saggio di José Goulão proponiamo la parte iniziale dedicata alla descrizione della carriera del nuovo presidente degli Stati Uniti.

Intelligence Online, newsletter internazionale che diffonde messaggi dai servizi segreti occidentali, pubblica un breve testo dal suggestivo titolo "Biden finirà in Siria ciò che Obama ha iniziato". Non servono più parole: la frase vale 10 o 20mila parole in un programma governativo.

Leggi tutto...

Pino Arlacchi: Il Myanmar, l'ONU e l'occasione perduta della signora Aung San Suu Kyi

E-mail Stampa PDF

Arlacchi myamardi Pino Arlacchi

da https://www.lantidiplomatico.it

Cosa faranno i militari di nuovo al potere in Myanmar, e come regoleranno i loro rapporti con la signora Aung San Suu Kyi, l’ex icona dei diritti umani, premio Nobel 1991, che governa il paese dal 2010, protagonista della politica birmana da più di un trentennio?

Leggi tutto...

Verso il 2030, è Nato il futuro

E-mail Stampa PDF

2030 nato dinuccidi Manlio Dinucci

da il manifesto 2 febbraio 2021

La Nato guarda al futuro. Per questo il Segretario generale Jens Stoltenberg ha convocato, il 4 febbraio in videoconferenza, studenti e giovani leader dei paesi dell’Alleanza perché propongano «nuove idee per la Nato 2030». L’iniziativa rientra nel crescente coinvolgimento di università e scuole, anche con un concorso sul tema: «Quali saranno le maggiori minacce alla pace e alla sicurezza nel 2030 e come la Nato dovrà adattarsi per contrastarle?». 

Leggi tutto...

Siria. A. Lavrentiev il Rappresentante speciale del Presidente della Federazione Russa per la Siria, ha denunciato che alcuni paesi creano ostacoli artificiali al ritorno dei profughi siriani in patria.

E-mail Stampa PDF

vigna lavrentievdi Enrico Vigna

Dopo oltre due mesi dalla Conferenza, i risultati tangibili sono stati molto limitati, e il Rappresentante russo ha inoltre ribadito che il ritorno dei profughi in Siria aiuterà a risolvere il problema del terrorismo. 

La Conferenza internazionale sui rifugiati e sugli sfollati interni si era svolta a Damasco nel novembre 2020 e vi avevano partecipato delegazioni di 27 stati, tra cui Russia, Cina, Iran, Libano, Emirati Arabi Uniti, Sultanato dell'Oman e Pakistan, oltre a rappresentanti delle Nazioni Unite e 12 organizzazioni non governative. Il compito del Forum doveva essere quello di sviluppare un programma di misure concrete per far tornare in patria più di 6,5 milioni di profughi siriani, la maggior parte dei quali si trovano nei paesi vicini.

Leggi tutto...

Un blocco imperialista digitale?

E-mail Stampa PDF

circuiti elettronicidi Luca Cangemi

Da qualche giorno si parla nel mondo (molto meno in Italia, a parte un utile articolo di Alessandro Aresu su Limesonline) di un documento pubblicato dal “China Strategy Group” dal titolo (abbastanza eloquente), Asymmetric Competition: A Strategy for China & Technology Actionable Insights for American Leadership.

Si tratta in effetti di un testo di grandissimo interesse - sotto molti e diversi profili - che mette in fila alcune delle questioni essenziali della scena mondiale di oggi e di domani, operando proposte assai significative,

Leggi tutto...

Grandi manifestazioni contadine contro le leggi agrarie del governo di destra. La solidarietà dei comunisti

E-mail Stampa PDF

india sciopero generaledi MG

In India, diversi partiti comunisti e di sinistra hanno chiesto al governo di estrema destra del Primo Ministro Narendra Modi la revoca delle tre nuove leggi agrarie che i sindacati agricoli considerano una minaccia per i lavoratori del settore e per la sovranità alimentare del Paese.

Leggi tutto...

Duro monito della Russia agli Stati Uniti

E-mail Stampa PDF

federazionerussa stemmaComunicato del Ministero degli Esteri della Federazione Russa

da https://actualidad.rt

Traduzione di 
Marx21.it

Mosca chiede agli Stati Uniti di smetterla di interferire nei suoi affari interni, a seguito delle dichiarazioni di Washington sulle proteste in Russia.

Leggi tutto...

Ucraina. Il corso della propaganda, delle bugie e della storia

E-mail Stampa PDF

svoboda kievdi Colonel Cassad

da https://www.resumenlatinoamericano.org

Traduzione di Mauro Gemma per Marx21.it

Supportato dal Ministero degli Affari Esteri dell'Ucraina, il sito web di Ukraine Now ha presentato una nuova versione della storia ucraina del XX secolo in cui, oltre alle storie già familiari su genocidi e olodomori, l'Unione Sovietica è accusata di avere organizzato l' Olocausto. La nuova commedia suona così: “Fino al 1991, gli ucraini vivevano sotto il governo di un regime totalitario come parte dell'URSS comunista. Fu un periodo difficile con terribili tragedie e sfide: collettivizzazione forzata, genocidio, Holodomor, il grande terrore, l'Olocausto, deportazioni, Gulag, psichiatria punitiva, interventi militari sovietici, il disastro di Chernobyl, che ha tolto la vita a milioni di ucraini di molte nazionalità diverse ”.

Leggi tutto...

Evoluzione della politica di vicinato nel contesto della strategia globale dell'Unione europea

E-mail Stampa PDF

europa bandiera brandelliriceviamo e pubblichiamo

di Vjacheslav Ivanov

da https://cenzura.md

traduzione di 
Guido Benni

Gli ultimi anni sono diventati una sorta di autotestimonianza del test di resistenza in corso per il progetto di integrazione europea. Il crescente sostegno ai partiti di destra nelle elezioni parlamentari in Francia, Germania e Austria nel 2018, e successivamente nelle elezioni paneuropee al Parlamento europeo nel maggio del 2019, le "crisi dello stato di diritto" in Polonia e Ungheria, gli inglesi e le questioni catalane, e anche, i disaccordi degli stati membri sulla distribuzione dei rifugiati dai paesi del Nord Africa e del Medio Oriente non solo determinano l'agenda per le élite europee, ma diventano anche una chiara prova della "crisi esistenziale" nell'UE.

Leggi tutto...

Pagina 7 di 341